Autore Topic: Omas "Penna del Dottore" lever filler del 1927  (Letto 193 volte)

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline maxpen2012

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 864
  • Sesso: Maschio
Omas "Penna del Dottore" lever filler del 1927
« il: Marzo 07, 2018, 19:45:26 pm »
Questa è la Penna del Dottore prodotta dalla Omas nel 1927, nella versione lunga...
Si trova anche in una versione un po' più corta, e tra queste alcuni esemplari
col marchio "Kosca", dato che il cav.Simoni ne aveva venduto una piccola partita
alla Ditta milanese...
Il design di queste penne è del tutto peculiare, con quel corpo schiacciato...
La Omas produsse anche altre penne del Dottore, ma non lever filler come questa,
bensì con un più rudimentale caricamento tipo Eyedropper...
Queste ultime erano (parecchio) ispirate, come un'infinità di altre in quegli anni,
alle Parker Duofold sia in versione Flat-Top che Streamlined...
Tutte queste penne hanno naturalmente in comune la presenza del famoso
"termometrino" inserito nel fondello svitabile, che di solito manca
essendo andato perduto o rotto nel tempo...
Non faceva eccezione la mia, che per lunghi anni ne è stata priva,
fino a che, non molto tempo fa, l'amico Tubi non ne ha trovato
un bellissimo eemplare, munito di un grazioso contenitore in argento
(che terrò da parte) ed ha deciso di regalarmelo con la sua consueta
cortesia e generosità. del che lo ringrazio infinitamente...
Mostro dunque la stilografica finalmente completa, ambientandola
(ormai è una moda ) sopra un antico certificato di Laurea in Medicina
e Chirurgia della Roma Papalina della prima metà dell'Ottocento,
trovato tra i cascami della mia modesta biblioteca...









Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 8856
  • Sesso: Maschio
Re:Omas "Penna del Dottore" lever filler del 1927
« Risposta #1 il: Marzo 07, 2018, 21:10:18 pm »
Non voglio cadere nello sdolcinato, ma giuro che regalare quel termometro a Max mi ha fatto veramente tanto piacere. Tanto quanto può farne regalare qualcosa ad un caro amico avendo la certezza che quella cosa gli è utile e la sta cercando da tempo.
Comunque per la cronaca lui ha ricambiato, sdebitandosi.... con gli interessi.

Online Parcival

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1833
  • Sesso: Maschio
Re:Omas "Penna del Dottore" lever filler del 1927
« Risposta #2 il: Marzo 07, 2018, 23:23:39 pm »
 :set2010090: :set2010090: :set2010090:

Offline Gong-oh

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 764
  • Sesso: Maschio
Re:Omas "Penna del Dottore" lever filler del 1927
« Risposta #3 il: Marzo 08, 2018, 01:03:59 am »
Bello, bello tutto: la storia, le persone, l'amicizia, le foto. La penna no, peró siamo di fronte ad un mito del collezionismo pennomane e dunque la bellezza, che è un valore effimero, cede il passo a ben più nobili valori.

Un quesito.
Esiste la Penna del Dottore, esiste la penna del Parroco o Holy Pen; esitono anche la penna del Sindaco e quella del Farmacista, per ricostruire il quartetto tipico della tradizione rurale?

Offline stefano_R

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 404
  • Sesso: Maschio
Re:Omas "Penna del Dottore" lever filler del 1927
« Risposta #4 il: Marzo 08, 2018, 08:24:21 am »
...dopo aver pulito lo schermo del PC dal miele che era colato dagli interventi precedenti.......
anch'io però mi voglio complimentare per il gesto del Tubi, per la riconoscenza di Max e delle sue belle foto che aggiungono sapore alla storia, ma però spezzo una lancia anche a favore del tanto vituperato Cav. Simoni, che se è vero che come altri ("tanti") si è ispirato a modelli e marche in voga nel periodo, ha in alcuni casi saputo anche mettere un "quid", un valore aggiunto dovuto comunque alla capacità, alla maestria,alla tecnic ed all'intelligenza di noi italiani nei suoi prodotti.
Non so se la penna del dottore sia uno di questi casi, ma guardando le foto di Max non sfigura proprio, poi ....avercene...di copie così.


Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 8856
  • Sesso: Maschio
Re:Omas "Penna del Dottore" lever filler del 1927
« Risposta #5 il: Marzo 08, 2018, 09:26:01 am »
...dopo aver pulito lo schermo del PC dal miele che era colato dagli interventi precedenti.......
anch'io però mi voglio complimentare per il gesto del Tubi, per la riconoscenza di Max e delle sue belle foto che aggiungono sapore alla storia, ma però spezzo una lancia anche a favore del tanto vituperato Cav. Simoni, che se è vero che come altri ("tanti") si è ispirato a modelli e marche in voga nel periodo, ha in alcuni casi saputo anche mettere un "quid", un valore aggiunto dovuto comunque alla capacità, alla maestria,alla tecnic ed all'intelligenza di noi italiani nei suoi prodotti.
Non so se la penna del dottore sia uno di questi casi, ma guardando le foto di Max non sfigura proprio, poi ....avercene...di copie così.
L'Armando (Armando Simoni) in alcuni casi - per dirla come ad Oxford - l'ha fatta fuori dal secchio: vendere come suoi brevetti cose copiate da altri non è certo il massimo della deontologia. A renderlo ancora più antipatico ci hanno pensato poi i suoi successori dipingendo lui come Archimede Pitagorico e la Omas come una via di mezzo tra la NASA e l'Olivetti dei bei tempi ed attribuendo alla fabbrica bolognese (in realtà più prossima ad una realtà artigianale che ad una industriale) la paternità di tutte le penne italiane che avessero qualche pregio.
Detto questo nessuno può disconoscere all'Armando i meriti che effettivamente ha, che forse risiedono forse più nel gusto che nell'inventiva: le Lucens e le Extra Lucens sono effettivamente penne bellissime, ambitissime dai collezionisti di tutto il mondo. Anche sulla scelta delle celluloide sicuramente in Omas hanno avuto la mano felice ed alcuni colori, esclusivi o quasi, sono veramente stupendi.
Se la penna del medico sia stata inventata da Simoni o no non credo che sia facile da stabilirsi; sta di fatto che sicuramente non è stata una vera e propria rivoluzione in quanto all'inizio del '900 o forse anche prima esisteva già l'abbinamento tra matita e termometro, ospitati in un unico astuccio od in parure con una stilografica.

Offline stefano_R

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 404
  • Sesso: Maschio
Re:Omas "Penna del Dottore" lever filler del 1927
« Risposta #6 il: Marzo 08, 2018, 12:43:29 pm »
Bello, bello tutto: la storia, le persone, l'amicizia, le foto. La penna no, peró siamo di fronte ad un mito del collezionismo pennomane e dunque la bellezza, che è un valore effimero, cede il passo a ben più nobili valori.
Un quesito.
Esiste la Penna del Dottore, esiste la penna del Parroco o Holy Pen; esitono anche la penna del Sindaco e quella del Farmacista, per ricostruire il quartetto tipico della tradizione rurale?

....ecco qui caro Roberto, sollecitato dalle tue domande, ho trovato  un documento importante, "la penna dell'Idraulico", meglio nota come "la penna del Tubi", in una rara versione "parure", compresa della sua confezione originale.
Chissà se anche questa è un brevetto dell'Armando....


Offline Geofisico

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 546
  • Sesso: Maschio
Re:Omas "Penna del Dottore" lever filler del 1927
« Risposta #7 il: Marzo 09, 2018, 19:33:49 pm »
Il grande Max non finisce mai di stupire :set2010001:

Offline fabbale

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 6051
  • Sesso: Maschio
  • Don't worry be happy !!!
Re:Omas "Penna del Dottore" lever filler del 1927
« Risposta #8 il: Marzo 10, 2018, 09:10:01 am »
Questa è la Penna del Dottore prodotta dalla Omas nel 1927, nella versione lunga...
Si trova anche in una versione un po' più corta, e tra queste alcuni esemplari
col marchio "Kosca", dato che il cav.Simoni ne aveva venduto una piccola partita
alla Ditta milanese...
Il design di queste penne è del tutto peculiare, con quel corpo schiacciato...
La Omas produsse anche altre penne del Dottore, ma non lever filler come questa,
bensì con un più rudimentale caricamento tipo Eyedropper...
Queste ultime erano (parecchio) ispirate, come un'infinità di altre in quegli anni,
alle Parker Duofold sia in versione Flat-Top che Streamlined...
Tutte queste penne hanno naturalmente in comune la presenza del famoso
"termometrino" inserito nel fondello svitabile, che di solito manca
essendo andato perduto o rotto nel tempo...
Non faceva eccezione la mia, che per lunghi anni ne è stata priva,
fino a che, non molto tempo fa, l'amico Tubi non ne ha trovato
un bellissimo eemplare, munito di un grazioso contenitore in argento
(che terrò da parte) ed ha deciso di regalarmelo con la sua consueta
cortesia e generosità. del che lo ringrazio infinitamente...
Mostro dunque la stilografica finalmente completa, ambientandola
(ormai è una moda ) sopra un antico certificato di Laurea in Medicina
e Chirurgia della Roma Papalina della prima metà dell'Ottocento,
trovato tra i cascami della mia modesta biblioteca...

Grande penna Max e come sempre.....un G R A N D E Tubino che dimostra ancora una volta come anche un Genovese può essere "umano" grazie però alle sue discendenza toscane.
 :set2010001:

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11356
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Omas "Penna del Dottore" lever filler del 1927
« Risposta #9 il: Marzo 12, 2018, 21:08:25 pm »
Grandissimo Max, la penna del dottore prodotta da Omas è senza ombra di dubbio il pezzo da novanta per tutti i collezionisti Omas e spesso non soltanto per loro!

Piccola curiosità la penna del dottore esiste anche a marchio The King, anche questa altrettanto rara ma molto meno conosciuta.

Inviato dal mio Moto G (4) utilizzando Tapatalk


Tags:
 

       
Twittear