Autore Topic: 361  (Letto 8001 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline solido

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 471
  • Sesso: Maschio
Re:361
« Risposta #30 il: Novembre 20, 2013, 21:25:30 pm »
Ehm...volevo significare, attraverso uno "slang" molto comune dalle mie parti, che la ricerca accurata che hai effettuato è veramente straordinaria e degna di uno dei migliori investigatori al mondo.

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9082
  • Sesso: Maschio
Re:361
« Risposta #31 il: Novembre 20, 2013, 21:50:37 pm »
Ehm...volevo significare, attraverso uno "slang" molto comune dalle mie parti, che la ricerca accurata che hai effettuato è veramente straordinaria e degna di uno dei migliori investigatori al mondo.
M'era parso d'intuirlo.
In realtà la cosa non è stata poi così difficile. La pensata giusta, forse ovvia, è stata quella che consultando il brevetto si sarebbe scoperta la verità. 

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11667
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:361
« Risposta #32 il: Novembre 20, 2013, 23:22:49 pm »
Conosco quel brevetto, ho utilizzato i disegni per l'articolo scritto per Penna e conosco il testo e la parte citata da Tubi ma ci sono vari però alcuni già esposti qui e altri legati alla natura dei brevetti.

Ad esempio, come scritto anche da Tubi, la rotazione della corazza non è una cosa ne agevole ne comoda, è facile sporcarsi le mani e come ho ampiamente scritto i rischi di danneggiare il pennino o la stessa corazza sono elevati.
Non bisogna poi dimenticare che il pennino funziona per capillarità e tutto ciò che tocca il pennino richiama inchiostro, quindi se la corazza una volta girata tocca il pennino l'afflusso d'inchiostro c'è (per questo ho anche scritto che gocciola esattamente come quando il pennino tocca nel contro cappuccio).

C'è poi da considerare che la maggior parte delle 361 che si trovano oggi hanno la corazza bloccata ben piantata e che non ruota. Un esempio è la 361 dei due video che ho inserito, la corazza ovviamente si può smontare ma non c'è verso di farla ruotare, stessa cosa per la maggior parte delle 361 che abbiamo avuto, restaurato etc... Ci sono poi da tenere in conto quelle a cui abbiamo dovuto rifare la corazza da zero una l'abbiamo anche documentata QUI.
Ricostruire da zero più di una corazza della 361 significa anche comprendere come è fatta la corazza e com'è fatta la penna e per come sono realmente realizzate, la rotazione della corazza non è prevista, quando essa ruota, quasi certamente la celluloide sottostante ha ceduto, oppure la corazza è rotta o crepata in qualche punto.

Per quanto riguarda il brevetto è vero quello che vi è scritto e come ho detto, non soltanto lo conosco bene ma l'ho anche utilizzato però esattamente come molti altri brevetti mostrati anche qui su Pennamania, le differenze rispetto alla/alle penne prodotte sono molte. Un esempio sono i differenti brevetti della Zerollo o quelli Asterope etc..

La discrepanza tra ciò che spesso si riscontra tra il brevetto e l'oggetto reale è uno dei motivi per cui io personalmente mi sono sempre rifiutato di inserire sul forum una sezione sui brevetti, preferendo di gran lunga aprire di volta in volta dei dibattiti costruttivi come questo, in modo da avere un confronto tra oggetto e brevetto il più completo possibile.

Bisogna poi considerare anche come la funzione del brevetto non è quella di proteggere l'oggetto prodotto ma quello di evitare il più possibile la copia della propria o il possibile sfruttamento di essa attraverso la sua implementazione in qualche oggetto della concorrenza e in questa ottica bisogna (secondo me) leggere quella parte descritta nel brevetto ovvero averla inserita nel brevetto, non vuol dire averla realmente prodotta ma evitare che quell'idea (ovvero la rotazione della corazza) fosse sfruttata dalla concorrenza.
In questo caso il brevetto ti tutela indipendentemente dalla reale fattibilità dell'idea. Ad esempio molti brevetti Apple sfruttano questo principio. Un altro esempio sono i famosi pulsanti a vite del cronografo Daytona della Rolex. Le altre aziende Omega, Breitling, etc... avrebbero potuto trovare altre mille soluzioni a livello meccanico per fare dei pulsanti a vite, quello che però non potevano realmente fare era sfruttare l'idea del pulsante a vite.

Idem per la corazza girevole in pratica si deposita l'idea della corazza girevole non la reale fattibilità etc... In questo modo è certo che nessun altro può in alcun modo implementare quella caratteristica.

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9082
  • Sesso: Maschio
Re:361
« Risposta #33 il: Novembre 21, 2013, 09:59:31 am »
A me quanto emerso fa consolidare l'idea che la rotazione della carena avesse, nell'idea iniziale, un ruolo ben preciso. Valutazioni successive probabilmente hanno suggerito all'Armando l'adozione di alternative più comode e sicure; tuttavia nel brevetto l'opzione è rimasta, forse proprio per le considerazioni fatte da Riccardo. Va rimarcato come nel descriverla sul documento di registrazione il nostro si arrampichi un po' sugli specchi per giustificarne una precisa funzione che nell'utilizzo la diversifichi rispetto al ruotare la penna (tirare linee, comportamento simile a quello di una penna a sfera...): in effetti, come credo di avere evidenziato con la foto della pagina che ho scritto, i risultati sono praticamente identici.
Sta di fatto che nella commercializzazione della penna sembra che la Omas abbia fatto poco o nulla per evidenziare questa opzione, tenendosi tuttalpiù un po' sul vago...
Per quella che è la mia esperienza sulle 361 che mi sono passate per la mani, una volta sbloccato con le dovute attenzione e ripulita dalla eventuale sporcizia, la carena ruota senza difficoltà, opponendo solo la giusta resistenza che ne impedisca il movimento o lo sfilamento accidentale.

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9082
  • Sesso: Maschio
Re:361
« Risposta #34 il: Novembre 21, 2013, 10:23:56 am »
Qui potete constatare come anche oltre oceano si siano arrovellati sullo stesso dubbio:
http://www.fountainpennetwork.com/forum/index.php/topic/15022-omas-361now-with-pictures/

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11667
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:361
« Risposta #35 il: Novembre 21, 2013, 17:52:51 pm »
Se ricordo bene, il link su come riparare la corazza della 361 portava ad un mio link su ramblingsnail.net, un forum molto bello (che però è durato poco tempo) e  che frequentavo con molto piacere in quanto mi piaceva più di FPN.

Come ho scritto tante altre volte su questo forum, lungi da me dal voler convincere a tutti i costi, però che senso ha girare la corazza quando "hai perso tempo" a progettare con molta cura un pennino particolare come quello della 361 pensato proprio per essere reversibile e per farlo con estrema facilità, rapidità e pulizia sotto tutti i punti di vista?

C'è poi la discrepanza tra la cura che è stata messa nel progettare il pennino reversibile e la scarsa cura progettuale messa invece nel progettare l'ipotetica corazza girevole. Stando a quello che si è sempre detto su Armando, le sue penne si sono sempre distinte per la sua cura meccanica oltre che estetica o no?

Curioso anche che nel brevetto stesso questa caratteristica occupi poche righe e che non vi sia alcun disegno tecnico che mostri fisicamente questa possibilità. Perché?
Per me la risposta logica è quella che ho ampiamente esposto (suddivisa a sua volta in vari punti) e che quindi non sto a riproporre.

Comunque sia, per me questo è uno dei topic più interessanti di Pennamania se non altro per il confronto assolutamente cordiale che c'è stato fino ad ora.

Faccio i complimenti a tutti i partecipanti!

Offline solido

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 471
  • Sesso: Maschio
Re:361
« Risposta #36 il: Novembre 21, 2013, 18:41:10 pm »
Faccio io i complimenti a voi due, Tubi e Riccardo, due colonne portanti del forum, competenti e cordiali, senza voler rimarcare la propria tesi a tutti i costi.

P.S. io comunque, siccome mi rompevo le balle a girare la corazza, scrivevo sempre girando la penna...non sapendo che tutto sommato facevo bene!!

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9082
  • Sesso: Maschio
Re:361
« Risposta #37 il: Novembre 21, 2013, 21:16:33 pm »
Se ricordo bene, il link su come riparare la corazza della 361 portava ad un mio link su ramblingsnail.net, un forum molto bello (che però è durato poco tempo) e  che frequentavo con molto piacere in quanto mi piaceva più di FPN.

Come ho scritto tante altre volte su questo forum, lungi da me dal voler convincere a tutti i costi, però che senso ha girare la corazza quando "hai perso tempo" a progettare con molta cura un pennino particolare come quello della 361 pensato proprio per essere reversibile e per farlo con estrema facilità, rapidità e pulizia sotto tutti i punti di vista?

C'è poi la discrepanza tra la cura che è stata messa nel progettare il pennino reversibile e la scarsa cura progettuale messa invece nel progettare l'ipotetica corazza girevole. Stando a quello che si è sempre detto su Armando, le sue penne si sono sempre distinte per la sua cura meccanica oltre che estetica o no?

Curioso anche che nel brevetto stesso questa caratteristica occupi poche righe e che non vi sia alcun disegno tecnico che mostri fisicamente questa possibilità. Perché?
Per me la risposta logica è quella che ho ampiamente esposto (suddivisa a sua volta in vari punti) e che quindi non sto a riproporre.

Comunque sia, per me questo è uno dei topic più interessanti di Pennamania se non altro per il confronto assolutamente cordiale che c'è stato fino ad ora.

Faccio i complimenti a tutti i partecipanti!
La mia tesi, o perlomeno ciò che mi viene da pensare, è che quella della rotazione della corazza fosse l'idea originaria; probabilmente compresone i limiti l'Armando ha sviluppato l'altra soluzione, brevettando peraltro anche il pennino. Senza tuttavia abbandonare (e lasciare anche di dominio altrui) la prima.

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9082
  • Sesso: Maschio
Re:361
« Risposta #38 il: Novembre 21, 2013, 21:31:24 pm »
Secondo me, avendo una 361 sottomano, quella del confronto tra la rotazione dell'intera penna o della sola corazza è un esperimento che vale la pena si fare e vi invito caldamente a provare: ti assicuro Riccardo che anche in questo caso il pennino resta rigido come un chiodo: rispetto all'altra posizione ci può essere una piccola differenza sulla larghezza del tratto in ragione della conformazione dell'iridio, ma nulla di più. Tra l'altro, vuoi per l'angolazione del pennino, vuoi per il ridotto spessore dello stesso, dal lato flessibile il pennino della 361 è veramente molto cedevole, per i miei gusti perfino troppo; forse manca un po' di reattività e per la mia mano, magari pesante, più che modulata la scrittura tende ad essere sempre larga. Sarà forse perché l'Armando ha voluto che la differenza tra le due posizioni fosse particolarmente evidente.

Offline Mrbones67

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 2910
  • Sesso: Maschio
Re:361
« Risposta #39 il: Novembre 21, 2013, 21:46:18 pm »
Scusate, ma chi è la meravigliosa creatura che ha aperto un sì fantastico topic? :set2010002:

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9082
  • Sesso: Maschio
Re:361
« Risposta #40 il: Novembre 21, 2013, 22:23:14 pm »
Faccio io i complimenti a voi due, Tubi e Riccardo, due colonne portanti del forum, competenti e cordiali, senza voler rimarcare la propria tesi a tutti i costi.

P.S. io comunque, siccome mi rompevo le balle a girare la corazza, scrivevo sempre girando la penna...non sapendo che tutto sommato facevo bene!!
I complimenti possono tranquillamente estendersi a tutti i partecipanti di questo forum frequentato da appassionati immuni al virus del "so tutto io" che porta a sentirsi i depositari esclusivi della verità.
E' capitato altre volte di affrontare argomenti appassionanti ai quali in molti si è dato un contributo: chi con le propria conoscenze, chi sperimentando, chi con il ragionamento e con la logica. Solo in questo modo s'innesca un processo di distillazione che permette all'essenza di emergere liberandosi lentamente dalle scorie degli aspetti fuorvianti ed ingannevoli. 

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9082
  • Sesso: Maschio
Re:361
« Risposta #41 il: Novembre 21, 2013, 22:26:00 pm »
Scusate, ma chi è la meravigliosa creatura che ha aperto un sì fantastico topic? :set2010002:
Già.
Onore al merito: se non era per George, chi la conosceva la 361?
Ti sono mica apparsi l'Armando e la Pimpa in sogno?

Offline f.hawks

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 3036
  • Sesso: Maschio
Re:361
« Risposta #42 il: Novembre 22, 2013, 20:31:11 pm »
Scusate, ma chi è la meravigliosa creatura che ha aperto un sì fantastico topic? :set2010002:
Che omino.... la modestia fatta persona, te da chi vai in analisi? o ti guardi allo specchio ????

 :set2010033: :set2010033:




Offline Mrbones67

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 2910
  • Sesso: Maschio
Re:361
« Risposta #43 il: Novembre 25, 2013, 22:49:37 pm »

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11667
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:361
« Risposta #44 il: Novembre 25, 2013, 23:06:10 pm »
Che ricavo sfigato! :set2010027:

http://www.ebay.it/itm/281210568602?ssPageName=STRK:MESOX:IT&_trksid=p3984.m1587.l2649#ht_1287wt_1311

Ebay è un mondo strano e totalmente a parte che nella maggior parte dei casi risponde a delle logiche spesso difficili da comprendere e per le quali lo stesso oggetto oggi realizza 100 domani 30 e la volta successiva 300 o più.
Misteri, misteri e ancora misteri.

Se però accetti un consiglio, proverei fotografie un po' diverse in modo che oggetti come la 361 diano il meglio di se.

Inviato tramite Android device con Tapatalk 4

Tags:
 

       
Twittear