Autore Topic: giornata STILUS...... caliamo gli ASSI!  (Letto 6896 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re: giornata STILUS...... caliamo gli ASSI!
« Risposta #15 il: Maggio 07, 2010, 12:31:27 pm »
ma le altre belle non se ne trovano....
non si puo' "spingere" su un marchio senza avere reperibilità...

 

La realtà sta sempre nel mezzo ovvero che magari se ne trovano poche e su queste poche non si è mai spinto, preferendo la pappa pronta o più semplice da proporre.

 :set2010089:

Offline fabbale

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Karma: +2/-0
  • Sesso: Maschio
  • Don't worry be happy !!!
Re: giornata STILUS...... caliamo gli ASSI!
« Risposta #16 il: Maggio 07, 2010, 12:54:09 pm »
Il problema grosso e che in Italia e specialmente all'estero, vuoi per comodità o per puro sciacallaggio collezionistico si è stati capaci di proporre soltanto Omas in primis e Aurora come marchi importanti e degni di un valore di mercato sostanzioso, relegando tutti gli altri tra cui Stilus nel settore delle cacatine utili soltanto per qualche scambio o poco più e soprattutto proponendole come penne di scarso valore sia economico che qualitativo (cosa specialmente quest'ultima errata).

Ragazzi, molti di noi hanno drogato il mercato e ora dobbiamo fare di tutto per rivalutare i marchi come Stilus altrimenti qui non si salva più nessuno!
Ho fatto nascere Pennamania anche per questo motivo, far aprire gli occhi a tutti su questi nomi poco conosciuti ma di altissima qualità.


Quello che dice Riccardo lo quoto al 100%.
La penna di Stefano e Paolo, vedendole così in foto, nulla hanno da perdere in un confronto con OMAS e AURORA del tempo.
Sta a noi far comprendere ai nostri connazionali e anche all'estero che non esistevano solo questi due marchi, ma come stiamo facendo su queste pagine, anche altri e di grande livello.
Facciamo vedere le produzioni effettuate che comprenderanno anche "bruttezze".
All'estero oggi cercano soltano OMAS e AURORA, ma abbiamo mai fatto vedere STILUS come quella di Paolo???
 :set2010090:

Offline mccagly

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Karma: +1/-0
  • Sesso: Maschio
Re: giornata STILUS...... caliamo gli ASSI!
« Risposta #17 il: Maggio 07, 2010, 13:17:03 pm »
Letizia, ancora una volta, ha indicato la strada da seguire.

Nella sua enciclopedia della penna stilografica Italiana, ha dato il giusto risalto ad OMAS ed AURORA, dedicando alle stesse i capitoli più corposi della sua opera, non ha tralasciato comunque le altre marche Italiane degne di nota per qualità dei prodotti e innovazioni tecniche e stilistiche.

ANCORA, COLUMBUS, MONTEGRAPPA, NETTUNO, PAGLIERO, PECCO-STILUS, TABO, TIBALDI  etc., hanno i propri capitoli, con dovizia di informazioni tecnico-storiche, foto e giudizi sulla qualità.

Il mercato segue spesso la "moda" con regole isteriche, le borse da donna più vendute sono delle "solite" marche, lo stesso vale per scarpe, orologi, abbigliamento etc.

Anche la penna è vista come "status symbol", e questo vale per l'uso quotidiano ma anche per il collezionismo, possedere una OMAS EXTRA LUCENS a molti appare come il punto di arrivo,
UNA CERTIFICAZIONE DI QUALITA' che ti porta automaticamente nell'hit parade dei collezionisti.

Molti di noi hanno fatto "DELLE PENNE" la loro passione,  ci ritroviamo a questi indirizzo per parlare di "marche minori", brevetti, clip, storia delle penne a feltro, scatole, calamai etc. sempre con passione ed immutato interesse, a volte è palpabile una dose di narcisismo che, a mio parere, è connaturato al collezionare, e non deve MAI sembrare offesa nei confronti di chi è all'inizio o ha target più bassi.

Non ci si può esimere dal mostrare i "CULT" di questo collezionismo, anche se dovrebbero servire solo a fare da propellente al decollo di PENNAMANIA, catturando l'attenzione dei neofiti e degli interessati al nostro mondo che non hanno ancora passato il RUBICONE per sentirsi a tutti gli effetti COLLEZIONISTI.

Essere "collezionista" prescinde il livello di accumulazione che nel tempo si potrà raggiungere, legato spesso a disponibilità economiche che POCHI POSSEGGONO, permettetemi il parallelo, la filatelia conta un numero enorme di collezionisti ma quasi nessuno possiede il "penny black" e in pochi hanno un "gronchi rosa" ..... eppure non si fermano !

Con questo pensiero sento di collegarmi anche al topic di Walter "RIFLESSIONI" pubblicato nella sezione PENSIERI.

Offline Macchia Nera

  • Sr. Member
  • ****
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Re: giornata STILUS...... caliamo gli ASSI!
« Risposta #18 il: Dicembre 16, 2011, 14:06:58 pm »
Questa piccolina monta la stessa clip...evidentemente una sostituzione anche se originale Stilus.
Bella celluloide "blu orientato".
Model number "923", a pulsante.


Offline rembrandt54

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Re: giornata STILUS...... caliamo gli ASSI!
« Risposta #19 il: Dicembre 16, 2011, 14:17:14 pm »
Letizia, ancora una volta, ha indicato la strada da seguire.

Nella sua enciclopedia della penna stilografica Italiana, ha dato il giusto risalto ad OMAS ed AURORA, dedicando alle stesse i capitoli più corposi della sua opera, non ha tralasciato comunque le altre marche Italiane degne di nota per qualità dei prodotti e innovazioni tecniche e stilistiche.

ANCORA, COLUMBUS, MONTEGRAPPA, NETTUNO, PAGLIERO, PECCO-STILUS, TABO, TIBALDI  etc., hanno i propri capitoli, con dovizia di informazioni tecnico-storiche, foto e giudizi sulla qualità.

Il mercato segue spesso la "moda" con regole isteriche, le borse da donna che si vendono sono delle "solite" marche, lo stesso vale per scarpe, orologi, abbigliamento etc.

Anche la penna è vista come "status symbol", e questo vale per l'uso quotidiano ma anche per il collezionismo, possedere una OMAS EXTRA LUCENS a molti appare come il punto di arrivo, LA CERTIFICAZIONE DI QUALITA' che ti spinge verso la vetta dell'hit parade cei collezionisti.

Molti di noi hanno fatto "DELLE PENNE" la loro passione,  ci ritroviamo a questi indirizzo per parlare di "marche minori", brevetti, clip, storia delle penne a feltro, scatole, calamai etc. sempre con passione ed immutato interesse, a volte è palpabile una dose di narcisismo che, a mio parere, e connaturato al collezionare, e non deve MAI sembrare offesa nei confronti di chi è all'inizio o ha target più bassi.

Non ci si può esimere dal mostrare i "CULT" di questo collezionismo, anche se dovrebbero servire solo a fare da propellente al decollo di PENNAMANIA, catturando l'attenzione dei neofiti e degli interessati al nostro mondo che non hanno ancora passato il RUBICONE per sentirsi a tutti gli effetti COLLEZIONISTI.

Essere "collezionista" prescinde il livello di accumulazione che nel tempo si potrà raggiungere, legato spesso a disponibilità economiche che POCHI POSSEGGONO, permettetemi il parallelo, la filatelia conta un numero enorme di collezionisti ma quasi nessuno possiede il "penny black" e in pochi hanno un "gronchi rosa" ..... eppure non si fermano !

Con questo pensiero sento di collegarmi anche al topic di Walter "RIFLESSIONI" pubblicato nella sezione PENSIERI.

Riflessione profondamente corretta !!
Quoto al 100%

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re: giornata STILUS...... caliamo gli ASSI!
« Risposta #20 il: Dicembre 16, 2011, 23:45:09 pm »
Questa piccolina monta la stessa clip...evidentemente una sostituzione anche se originale Stilus.
Bella celluloide "blu orientato".
Model number "923", a pulsante.



sbaglio o a vederla così sembra piccolina?

Offline eric47

  • Advanced User / Master Copyrighter
  • Hero Member
  • ******
  • Karma: +1/-0
  • Sesso: Maschio
Re: giornata STILUS...... caliamo gli ASSI!
« Risposta #21 il: Dicembre 17, 2011, 08:45:40 am »
All'estero oggi cercano soltano OMAS e AURORA, ma abbiamo mai fatto vedere STILUS come quella di Paolo???

Nel mio caso (e penso che non sia l'unico), sono partito da oggi e andato indietro in tempo. Senza la conoscenza della storia delle penne italiane conoscevo solo 4 marche italiane storiche: Omas, Aurora, Montegrappa, e Colombus. Per penne di una certa qualità e con stantuffo ci sono solo Omas ed Aurora. Colombus oggi non fa penne di alta o alta-media qualità, Montegrappa fa penne costose che sono generalmente C/C. (Tibaldi ed Ancora ho scoperto dopo, ma le Tibaldi proprio di oggi sono grande brutte, non parlo delle Tibaldi moderne come Trasparente, Mod. 60, ecc.; forse le Ancora di oggi sono simile a Montegrappa.)

Ho cominciato con e cercato per penne d'epoca delle marche che rimangono con l'idea che ci dovrebbe essere la continuità in qualità: Omas ed Aurora.

Quel'idea pero è sbagliato. Dopo dei studi della storia delle penne italiane, ho scoperto tante altre penne e marche di alta qualità nel loro tempo...incluso Colombus prima della biro.

Chi comincia già con la conoscenza della storia forse riesce prendere un altra strada.

Offline Macchia Nera

  • Sr. Member
  • ****
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Re: giornata STILUS...... caliamo gli ASSI!
« Risposta #22 il: Dicembre 17, 2011, 11:09:11 am »
sbaglio o a vederla così sembra piccolina?

Tipo vest pocket, non arriva neanche ai 10cm chiusa.

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re: giornata STILUS...... caliamo gli ASSI!
« Risposta #23 il: Dicembre 17, 2011, 11:20:44 am »
sbaglio o a vederla così sembra piccolina?

Tipo vest pocket, non arriva neanche ai 10cm chiusa.

Piccolina ma carina! praticamente una ciliegia blu!

Tags:
 

       
Twittear