Autore Topic: Extra Fine e Flessibile a tutti i costi  (Letto 1510 volte)

0 Utenti e 3 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Karma: +5/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Extra Fine e Flessibile a tutti i costi
« il: Febbraio 05, 2023, 23:54:37 pm »
Sabato 4 febbraio 2022 Pen Show di Milano.

Entro e inizio a "girare" per i banchetti. Lo spazio è davvero risicato e lo "struscio" natica - natica è sostanzialmente perenne. Tralasciando questa nota folkloristica, ad un tratto mi ritrovo a sostituire al tavolo un caro amico collezionista che aveva la necessità di allontanarsi temporaneamente. Onorato di effettuare la sostituzione temporanea, cerco di svolgerla al meglio delle mie possibilità ed ecco che si avvicina un distinto signore che cerca un pennino extra fine e flessibile. La richiesta di per sé non ha nulla di particolare o strano se non fosse che ultimante come una sorta di tam tam, la domanda di pennini con queste caratteristiche è notevolmente aumentata quasi come se fosse una moda, nulla di male nelle mode se non fosse che parlando di pennini extra fini, fini e flessibili, con l'aumentare delle richieste, sono aumentati anche i danni e questo perché pennini con queste caratteristiche, richiedono di essere utilizzati con più attenzione e tatto, altrimenti il danno è subito dietro l'angolo.
Per questo motivo, da un po' di tempo ogni volta che ricevo qualche richiesta su pennini extra fini, fini e flessibili, la prima cosa che chiedo è: <<Per fare cosa?>>  e sabato al pen show di Milano mentre controllavo il banco ho posto la stessa domanda al distinto signore, il quale risponde con un netto <<Per scrivere>>. Giunti a questo punto, cerco di spiegare che normalmente i pennini extra fini e fini flessibili si prestano ad un uso più squisitamente calligrafico e che se si ha necessità di "scrivere" in modo corrente, un buon pennino medio flessibile, può essere un buon compromesso.
Normale dialettica tra appassionati.
Preso dalla curiosità, esclamo che forse potrei avere una penna con un pennino che risponde alle sue esigenze e così dal mio monospalla tiro fuori la mia meraki rossa e una penna teoricamente di scarso valore ma alla quale sono molto affezionato da quando la usai per la prima volta in prima elementare. Per chi non l'avesse ancora capito, sto parlando della Auretta Lusso cromata con caricamento a stantuffo e pennino in oro 14kt. Una penna indubbiamente scolastica ma che di fatto è un pezzo unico in quanto il pennino in oro 14k venne sviluppato per il mercato giapponese e quindi con specifiche rispondenti alle caratteristiche richieste, ovvero tratto realmente extra fine e flessibilità. Fortunatamente o sfortunatamente dipende dai punti di vista, il progetto non andò in porto e il pennino in oro 14k non entrò mai in produzione, rendendo di fatto questa Auretta un pezzo unico nel vero senso della parola.
Porgo la penna nelle mani del distinto signore insieme alla meraki con cui provare la penna e soprattutto il pennino.
Il distinto signore traccia due piccolissime linee e poco più sulla pagina della meraki ed esclama che desidera un pennino più sottile.
Rimango leggermente basito da tutto questo e ripongo nel monospalla sia la penna che la meraki.
Nel mentre però penso nella mia testa: <<un pennino stilografico o da intinzione con caratteristiche calligrafiche, ha un tratto extra fine che va 0,12mm a 0,18mm
I pennini extra fini giapponesi che ho avuto modo di misurare fino ad ora, in media hanno un tratto extra fine che va tra 0,18mm a 0,25mm
Il pennino Auretta in oro 14k ha un tratto fine di 0,20mm perfettamente in linea non solo con il tratto extra fine giapponese.

Morale quando non si hanno pretese calligrafiche ma si desiderano dei pennini extra fine e flessibili, esattamente che cosa si desidera e cosa si cerca?
 



Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Karma: +5/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Extra Fine e Flessibile a tutti i costi
« Risposta #1 il: Febbraio 06, 2023, 12:10:44 pm »
Per completezza, allego tre immagini

La prima, il dettaglio dei due trattini lasciati dal distinto signore

86592-0

La seconda, lo stesso dettaglio ma con a fianco i due trattini fatti da me con la stessa penna e lo stesso pennino

86594-1

La terza immagine, una panoramica della pagina intera per osservare la dimensione dei segni lasciato sull'intero foglio

86596-2

Confrontando la prima co la seconda immagine, si può osservare la differenza di tratto lasciata dalla stessa penna e pennino e che lascia intuire la differente pressione esercitata dalla mano del distinto signore dalla mia.

La panoramica invece mostra quanto piccoli siano stati i tratti eseguiti rispetto alla dimensione del foglio A6 della meraki.

E concludo con un dettaglio macro più nitido possibile (compatibilmente con l'obiettivo dello smartphone) dove si possono confrontare i quattro trattini tracciati con la stessa penna e pennino.

Inchiostro Birmingham Pen Company Tesla Coil.

86598-3

Offline Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Extra Fine e Flessibile a tutti i costi
« Risposta #2 il: Febbraio 06, 2023, 12:16:18 pm »
La realtà è che nella testa di qualcuno l'abito fa il monaco, eccome! E soprattutto una penna per scrivere bene deve essere molto costosa e poco commerciale.

Offline Gong-oh

  • Hero Member
  • *****
  • Karma: +3/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Extra Fine e Flessibile a tutti i costi
« Risposta #3 il: Febbraio 09, 2023, 23:23:13 pm »
Qual è il miglior vino italiano? L'Amarone.
Qual era il miglior vino italiano negli anni '90? Il Brunello di Montalcino
Qual era il miglior vino italiano negli anni '60? il Barolo
La moda.
Vanità delle vanità: tutto è vanità. (Qoèlet)
Boss, quante penne hai?
Se chiamassi ognuna con il nome di una stella del firmamento, qualcuna resterebbe senza nome.
Eppure per te, una è la penna, quell'Auretta Lusso col pennino Japan.
Questa è passione, questa è autenticità e competenza.
 :set2010090:
Comunque al prossimo Penshow di Milano, avendo indossato le scarpe antinfortunistiche col puntale d'acciaio, cercherò una penna col pennino che rispetti la sezione aurea tra la lunghezza totale del pennino e la lunghezza dei rebbi.
E poi, cos'è questo Iridio? A cosa serve? È superato! Io voglio l'Adamantio, tutt'al più potrei accontentarmi del Vibranio

Online fabbale

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Karma: +2/-0
  • Sesso: Maschio
  • Don't worry be happy !!!
Re:Extra Fine e Flessibile a tutti i costi
« Risposta #4 il: Febbraio 13, 2023, 10:10:23 am »
Riccardo
condivido pienamente quanto scrivi.

Aggiungo che questa "moda" del pennino flessibile è già da un paio di anni che circola nell'ambiente ed ho notato che è seguita principalmente da neofiti.
Nessun problema, ci mancherebbe, anzi, forse sta a significare il ritorno ad una bella scrittura, allo scrivere lento e riflessivo, a prendersi un momento per fissare dei pensieri su carta?

Spero, ma alle volte, quando anche io ho chiesto il perché della ricerca di un pennino flessibile, mi è stato risposto "perché scrive bene...fa tratti fini e grossi...è bello vedere una pagina scritta in corsivo...".
Al che, mi è sempre venuto da rispondere "Ma sai scrivere con un pennino flessibile? Hai tempo per esercitarti nell'arte dello scrivere bene? La penna/pennino flex lo vuoi utilizzare anche in ufficio? Hai mai provato fermo al semaforo a prendere un appunto veloce su una cartaccia con un pennino flex?..."

Ho sempre messo dubbi in testa a chi mi faceva questa domanda ma non per denigrare, solo per capire da dove potesse venire questa esigenza, ma le risposte te le puoi immaginare...

Quindi, stringo e concludo: noto con piacere che c'è un ritorno all'arte della bella scrittura ed è giusto e corretto che chi si avvicina a questo mondo, cerchi i pennini flex adatti a questo scopo e ne sia consapevole.
Noto però con perplessità che la ricerca di questa pennini è entrata in molti casi nella "spirale" della moda e su questo non ci possiamo fare nulla, se non constatare che fra un pò (non so quando/ma aspetto), al mercato dell'usato entreranno svariate penne del genere.

PS so di gente che si sta mangiando le mani e cerca di rivendere il modello della MB con pennino calligrafico ed io aspetto fiducioso che costi 1/3, ossia quanto una normale MB 149 usata.

Offline Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Extra Fine e Flessibile a tutti i costi
« Risposta #5 il: Febbraio 13, 2023, 13:30:54 pm »
Avete mai sentito qualcuno che chiede un pennino scorrevole, che sarebbe poi una qualità apprezzabile anche dai profani? Giammai. Non fa fico. Questa "moda" del pennino flessibile se vi ricordate è stata preceduta dalla ricerca del pennino a punta fine. Ma che dico fine: finissima. Extra fine. Iper fine. Salvo poi il puntuale lamentarsi perché "s'impunta", "è poco scorrevole". Ora, non occorre conoscere la fisica come Rubbia per capire che, a parità di pressione della mano, più la punta è sottile e più tende a penetrare nella carta.

Alla fine è il solito discorso dell'abito e del monaco: se ho lo strumento di un professionista divento come lui: senza vocazione, senza preparazione, senza esercizio. Poi si svegliano e tornano al roller, che è ciò che fa per loro.

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Karma: +5/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Extra Fine e Flessibile a tutti i costi
« Risposta #6 il: Febbraio 16, 2023, 21:29:07 pm »
Riccardo
condivido pienamente quanto scrivi.

Aggiungo che questa "moda" del pennino flessibile è già da un paio di anni che circola nell'ambiente ed ho notato che è seguita principalmente da neofiti.
Nessun problema, ci mancherebbe, anzi, forse sta a significare il ritorno ad una bella scrittura, allo scrivere lento e riflessivo, a prendersi un momento per fissare dei pensieri su carta?

Spero, ma alle volte, quando anche io ho chiesto il perché della ricerca di un pennino flessibile, mi è stato risposto "perché scrive bene...fa tratti fini e grossi...è bello vedere una pagina scritta in corsivo...".
Al che, mi è sempre venuto da rispondere "Ma sai scrivere con un pennino flessibile? Hai tempo per esercitarti nell'arte dello scrivere bene? La penna/pennino flex lo vuoi utilizzare anche in ufficio? Hai mai provato fermo al semaforo a prendere un appunto veloce su una cartaccia con un pennino flex?..."

Ho sempre messo dubbi in testa a chi mi faceva questa domanda ma non per denigrare, solo per capire da dove potesse venire questa esigenza, ma le risposte te le puoi immaginare...

Quindi, stringo e concludo: noto con piacere che c'è un ritorno all'arte della bella scrittura ed è giusto e corretto che chi si avvicina a questo mondo, cerchi i pennini flex adatti a questo scopo e ne sia consapevole.
Noto però con perplessità che la ricerca di questa pennini è entrata in molti casi nella "spirale" della moda e su questo non ci possiamo fare nulla, se non constatare che fra un pò (non so quando/ma aspetto), al mercato dell'usato entreranno svariate penne del genere.

PS so di gente che si sta mangiando le mani e cerca di rivendere il modello della MB con pennino calligrafico ed io aspetto fiducioso che costi 1/3, ossia quanto una normale MB 149 usata.
Grazie Lord, mi fa molto piacere sapere che condividi quello che ho scritto.

Inviato dal mio moto g pro utilizzando Tapatalk


Online tribbo

  • Baby User
  • *
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Extra Fine e Flessibile a tutti i costi
« Risposta #7 il: Febbraio 16, 2023, 21:44:40 pm »
Riccardo
condivido pienamente quanto scrivi.

Aggiungo che questa "moda" del pennino flessibile è già da un paio di anni che circola nell'ambiente ed ho notato che è seguita principalmente da neofiti.
Nessun problema, ci mancherebbe, anzi, forse sta a significare il ritorno ad una bella scrittura, allo scrivere lento e riflessivo, a prendersi un momento per fissare dei pensieri su carta?

Spero, ma alle volte, quando anche io ho chiesto il perché della ricerca di un pennino flessibile, mi è stato risposto "perché scrive bene...fa tratti fini e grossi...è bello vedere una pagina scritta in corsivo...".
Al che, mi è sempre venuto da rispondere "Ma sai scrivere con un pennino flessibile? Hai tempo per esercitarti nell'arte dello scrivere bene? La penna/pennino flex lo vuoi utilizzare anche in ufficio? Hai mai provato fermo al semaforo a prendere un appunto veloce su una cartaccia con un pennino flex?..."

Ho sempre messo dubbi in testa a chi mi faceva questa domanda ma non per denigrare, solo per capire da dove potesse venire questa esigenza, ma le risposte te le puoi immaginare...

Quindi, stringo e concludo: noto con piacere che c'è un ritorno all'arte della bella scrittura ed è giusto e corretto che chi si avvicina a questo mondo, cerchi i pennini flex adatti a questo scopo e ne sia consapevole.
Noto però con perplessità che la ricerca di questa pennini è entrata in molti casi nella "spirale" della moda e su questo non ci possiamo fare nulla, se non constatare che fra un pò (non so quando/ma aspetto), al mercato dell'usato entreranno svariate penne del genere.

PS so di gente che si sta mangiando le mani e cerca di rivendere il modello della MB con pennino calligrafico ed io aspetto fiducioso che costi 1/3, ossia quanto una normale MB 149 usata.

Mi trovi perfettamente d'accordo Fabbale!

Anche io vedo che spesso l'unico utilizzo che fa la gente dei tanto ricercati pennini flessibili è quello di fare dei bellissimi otto sulla carta e quanto più ampia la variazione di tratto tanto meglio è!

Per il resto però utilizzano la penna con una grafìa normale, magari trovando anche delle difficolta, senza alcuna velleità di calligrafia, non utilizzando propriamente le qualità del pennino 

Sono d'accordo che sia una delle tante mode (quale sarà la prossima? il pennino più largo possibile BBBBB?)  ma... alla fine si rientra nella vasta sfera del gradimento e dell'appagamento personale, svincolato dall'utilizzo proprio della penna per le sue vere possibilità

Online fabbale

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Karma: +2/-0
  • Sesso: Maschio
  • Don't worry be happy !!!
Re:Extra Fine e Flessibile a tutti i costi
« Risposta #8 il: Febbraio 17, 2023, 09:11:33 am »
Riccardo
condivido pienamente quanto scrivi.

Aggiungo che questa "moda" del pennino flessibile è già da un paio di anni che circola nell'ambiente ed ho notato che è seguita principalmente da neofiti.
Nessun problema, ci mancherebbe, anzi, forse sta a significare il ritorno ad una bella scrittura, allo scrivere lento e riflessivo, a prendersi un momento per fissare dei pensieri su carta?

Spero, ma alle volte, quando anche io ho chiesto il perché della ricerca di un pennino flessibile, mi è stato risposto "perché scrive bene...fa tratti fini e grossi...è bello vedere una pagina scritta in corsivo...".
Al che, mi è sempre venuto da rispondere "Ma sai scrivere con un pennino flessibile? Hai tempo per esercitarti nell'arte dello scrivere bene? La penna/pennino flex lo vuoi utilizzare anche in ufficio? Hai mai provato fermo al semaforo a prendere un appunto veloce su una cartaccia con un pennino flex?..."

Ho sempre messo dubbi in testa a chi mi faceva questa domanda ma non per denigrare, solo per capire da dove potesse venire questa esigenza, ma le risposte te le puoi immaginare...

Quindi, stringo e concludo: noto con piacere che c'è un ritorno all'arte della bella scrittura ed è giusto e corretto che chi si avvicina a questo mondo, cerchi i pennini flex adatti a questo scopo e ne sia consapevole.
Noto però con perplessità che la ricerca di questa pennini è entrata in molti casi nella "spirale" della moda e su questo non ci possiamo fare nulla, se non constatare che fra un pò (non so quando/ma aspetto), al mercato dell'usato entreranno svariate penne del genere.

PS so di gente che si sta mangiando le mani e cerca di rivendere il modello della MB con pennino calligrafico ed io aspetto fiducioso che costi 1/3, ossia quanto una normale MB 149 usata.

Mi trovi perfettamente d'accordo Fabbale!

Anche io vedo che spesso l'unico utilizzo che fa la gente dei tanto ricercati pennini flessibili è quello di fare dei bellissimi otto sulla carta e quanto più ampia la variazione di tratto tanto meglio è!

Per il resto però utilizzano la penna con una grafìa normale, magari trovando anche delle difficolta, senza alcuna velleità di calligrafia, non utilizzando propriamente le qualità del pennino 

Sono d'accordo che sia una delle tante mode (quale sarà la prossima? il pennino più largo possibile BBBBB?)  ma... alla fine si rientra nella vasta sfera del gradimento e dell'appagamento personale, svincolato dall'utilizzo proprio della penna per le sue vere possibilità

Assolutamente Paolo
ognuno è libero di fare e muoversi come crede.
A me da solo fastidio però che qualche "buontempone" ci marci sopra (vedi MB e altri) e che voglia venderti una verità che non è proprio cosi.
Per tutto il resto poi c'è Mastercard
 :set2010021:

Online tribbo

  • Baby User
  • *
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Extra Fine e Flessibile a tutti i costi
« Risposta #9 il: Febbraio 17, 2023, 09:45:04 am »
 :set2010001:

Offline alfredop

  • Hero Member
  • *****
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Extra Fine e Flessibile a tutti i costi
« Risposta #10 il: Giugno 11, 2023, 17:21:14 pm »
Sicuramente è una moda (innocente), il pennino flessibile è sostanzialmente inadatto ad un uso quotidiano (a meno che uno non abbia una mano leggerissima), certo per un uso estemporaneo può essere divertente. Per quanto riguarda il tratto credo dipenda dalle abitudini, tra l’altro se si si ha bisogno di un pennino EF (ma io mi accontento degli F giapponesi che sono in genere più sottili degli F europei) un minimo di feedback bisogna accettarlo (e se si scrive molto piccolo come nel mio caso serve pure per accentuare il controllo della penna e ridurre i raggi di curvatura).

Alfredo


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Tags:
 

       
Twittear