Autore Topic: Come si ricarica?  (Letto 1989 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline sator69

  • Beginner
  • *
  • Post: 7
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Come si ricarica?
« il: Gennaio 07, 2013, 11:17:18 am »
  • Publish
  • Salve. Qualcuno mi sa dire il termine esatto di questo tipo di ricarica? E qual è il sistema migliore per effettuare la ricarica? Lo so che è un sistema molto diffuso, ma non riesco a ricaricare la cartuccia fino in fondo. Grazie



    Online Giuseppe Tubi

    • Top Expert
    • Hero Member
    • **********
    • Post: 9344
    • Karma: +3/-0
    • Sesso: Maschio
    Re:Come si ricarica?
    « Risposta #1 il: Gennaio 07, 2013, 11:55:04 am »
  • Publish
  • Quello che mostri è un converter (atto a sostituire le cartucce sfruttandone lo stesso attacco) che utilizza il sistema introdotto dalla Parker con la "51" e battezzato "Aerometric". Come tutti i sistemi che presuppongono azionamenti ripetuti (sulla 51 c'era scritto di ripetere l'operazione 4/5 volte), necessiterebbe la presenza di un tubicino interno che ha lo scopo di impedire che ad ogni pompata successiva alla prima venga espulsa la stessa quantità dell'inchiostro risucchiato e si possa accumulare inchiostro sino al livello superiore del tubicino.
    Probabilmente, per la complicazione costruttiva conseguente, il tuo converter ne è sprovvisto e per questo non riesci a riempirlo completamente. Puoi utilizzare questo artificio: dopo la prima pompata estrai la penna dal calamaio, capovolgila col pennino verso l'alto e comprimi adagio la pompetta facendo uscire solo l'aria (attenzione perché un pochino d'inchiostro, quello presente nei condotti della penna, uscirà egualmente; armati pertanto di un fazzoletto di carta). Tenendo sempre il serbatoio premuto, immergi nuovamente la penna nell'inchiosto e rilascia la pompetta. Ripetendo questa sequenza 2/3 volte dovresti ottenere il riempimento completo.
    Altrimenti puoi sempre sfruttare il vecchio sistema per ricaricare le cartucce: siringa usa e getta (che usi, lavi e non getti): con l'ago inserito aspiri l'inchiostro dal calamaio e lo riversi nel converter o la cartuccia che vuoi ricaricare.

    Offline pedewall

    • Top Expert
    • Hero Member
    • **********
    • Post: 1533
    • Karma: +1/-0
    • Sesso: Maschio
    Re:Come si ricarica?
    « Risposta #2 il: Gennaio 07, 2013, 12:28:04 pm »
  • Publish

  • Bravo Giuseppe, io non ero riuscito a riconoscerlo!

    Offline Marlowe

    • Hero Member
    • *****
    • Post: 1503
    • Karma: +0/-0
    • Sesso: Maschio
    • My favourite things (John Coltrane)
    Re:Come si ricarica?
    « Risposta #3 il: Gennaio 07, 2013, 22:06:36 pm »
  • Publish
  • So che vado controcorrente, mi pare di ricordare alcune critiche qui dentro, ma trovo l'aerometric un sistema di caricamento geniale, benché la 51 sia tecnologicamente meno evoluta della sua concorrente 88.

    Per la precisione bisognava premere "firmly" sui primi modelli prodotti dopo le versioni vacumatic, poi quattro sui modelli successivi. La carica è sempre efficace, pulita e duratura, e la 51 anche se meno elegante della 88 ha un notevole fascino pop, specie nei colori cacao e verde oliva....

    Online Giuseppe Tubi

    • Top Expert
    • Hero Member
    • **********
    • Post: 9344
    • Karma: +3/-0
    • Sesso: Maschio
    Re:Come si ricarica?
    « Risposta #4 il: Gennaio 07, 2013, 22:26:21 pm »
  • Publish
  • So che vado controcorrente, mi pare di ricordare alcune critiche qui dentro, ma trovo l'aerometric un sistema di caricamento geniale, benché la 51 sia tecnologicamente meno evoluta della sua concorrente 88.

    Per la precisione bisognava premere "firmly" sui primi modelli prodotti dopo le versioni vacumatic, poi quattro sui modelli successivi. La carica è sempre efficace, pulita e duratura, e la 51 anche se meno elegante della 88 ha un notevole fascino pop, specie nei colori cacao e verde oliva....
    Condivido. Il sistema introdotto con la 51 è un ottimo compromesso tra economia, semplicità ed affidabilità. Essenzialmente per il fatto che, pur sfruttando lo stesso principio delle vecchie penne "self filling" utilizzò per la prima volta una gomma decisamente più duratura ed inalterabile. Anche a me è una penna che piace molto, ed ancor di più apprezzo la ben più rara 41 con le sue tinte pastello.
    Fermo tutto questo è giusto che in una valutazione complessiva sia riconosciuto un impegno costruttivo decisamente inferiore a quello necessario per realizzare una stilografica a stantuffo, specie se realmente ben fatta.
    E' un discorso che si ripropone in molti altri contesti. Per esempio: se si guardasse alla mera funzionalità, esisterebbero solo gli orologi al quarzo. Non c'è storia. In buona sostanza sono più robusti, più economici e più precisi di qualsiasi altro orologio. Se però ci si lascia (come a mio parere giusto) affascinare dalla maniacale meticolosità costruttiva di una meccanica di pregio, seppur magari fine a se stessa, allora l'orologio al quarzo lo si usa sì e no per fare il bagno al mare, così dovesse entrarci l'acqua lo si getta via con pochi rimpianti.

    Offline Marlowe

    • Hero Member
    • *****
    • Post: 1503
    • Karma: +0/-0
    • Sesso: Maschio
    • My favourite things (John Coltrane)
    Re:Come si ricarica?
    « Risposta #5 il: Gennaio 07, 2013, 22:32:43 pm »
  • Publish
  • Lo dici a me....

    Tags:
     

           
    Twittear