Autore Topic: La maledizione del pennino diviso a metà  (Letto 4111 volte)

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
La maledizione del pennino diviso a metà
« il: Aprile 09, 2011, 15:20:52 pm »
Sembra il titolo di un romanzo horror, ed in effetti poco ci manca.
Non credo che sia una cosa capitata a molti, ma a me sì, ed anche un paio di volte. Sono passati parecchi anni ed alcuni particolari di dettaglio non li ricordo, però in sostanza si tratta di questo: avete trovato una vecchia penna, che pertanto, per prima cosa va smontata e pulita. Eseguite diligentemente lo smontaggio e mettete tutto a bagno in un recipiente con acqua tiepida ed un goccio di sapone. Niente più. Nessuna sostanza chimica.
Lasciate tutti in ammollo per diverso tempo; non c'è fretta e l'inchiostro vecchio e secco più tempo ha per sciogliersi e meglio è.
Quando andate a riprendere il tutto in mano per rimontare la penna ecco il dramma: il pennino si è diviso perfettamente in due per il lungo. Naturalmente, come ho fatto io, restate sbigottiti e vi chiedete come ciò sia potuto avvenire. Poi, in mancanza di spiegazioni logiche, arrivate alla conclusione che probabilmente il pennino era già rotto e non ve ne siete accorti; magari era tenuto insieme dallo sporco. Strano, vi ripetete, ma quale altra spiegazione ci può essere?
Eppure c'è; credo di esserci arrivato.
Comunque, dopo tali esperienze devastanti (pensate che in un caso la penna non era neppure la mia e la stavo pulendo per fare un piacere ad un amico. Vaglielo a spiegare...), quando trovo pennini opachi, con una sorta di ossido grigiastro sul lato del conduttore, l'acqua non gliela faccio proprio vedere e li pulisco "a secco", con Sidol o Tremillimetri.
Volete sapere la spiegazione?
Ve la dico dopo. Suspense.....



Offline pirulazio

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Karma: +2/-0
  • Sesso: Maschio
  • La Z0NA è Tra Noi, Brivido Terrore Raccapriccio
Re: La maledizione del pennino diviso a metà
« Risposta #1 il: Aprile 09, 2011, 15:46:18 pm »
Questa mi è nuova, i pennini di solito li rompo personalmente quando sbaglio qualcosa,
l'unica spiegazione che mi viene in mente è che la sezione non fosse di ebanite ma
di materiale igroscopico tipo galalite, la quale a contatto con H2O si  potrebbe gonfiare e/o deformare fino a spaccare il pennino.

Oppure hai un "poltergeist" nelle vaschette di pulizia.

Mr. P

Offline Ambros

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Karma: +1/-0
  • Sesso: Maschio
Re: La maledizione del pennino diviso a metà
« Risposta #2 il: Aprile 09, 2011, 16:07:14 pm »
A me è successo una volta di aver trovato il pennino, dopo la pulitura,
filato al centro per circa 1 cm, ma non diviso in due;
sono due anni che conto di farlo saldare per evitare proprio che si spacchi completamente.

Ignazio, come hai fatto con i tuoi,
hai potuto ricongiungere le due metà, oppure non c'è stato più niente da fare?

Offline Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
Re: La maledizione del pennino diviso a metà
« Risposta #3 il: Aprile 09, 2011, 16:25:33 pm »
Questa mi è nuova, i pennini di solito li rompo personalmente quando sbaglio qualcosa,
l'unica spiegazione che mi viene in mente è che la sezione non fosse di ebanite ma
di materiale igroscopico tipo galalite, la quale a contatto con H2O si  potrebbe gonfiare e/o deformare fino a spaccare il pennino.

Oppure hai un "poltergeist" nelle vaschette di pulizia.

Mr. P
Anche a me è capitato e capita di rompere pennini; un classico è quando cerchi di addrizzare quelle piegature carogne molto vicine all'iridio.
Ma quella che racconto è una storia diversa; ti ritrovi un pennino diviso perfettamente a metà, dall'occhio in giù secondo una linea retta ed anche piuttosto precisa....
Vabbé, racconto la spiegazione che mi sono dato; se non è giusta è verosimile.
Dunque, si sa che l'oro puro in teoria non è ossidabile e pertanto non dovrebbe essere attaccabile, mercurio a parte.
L'oro si misura in carati, quello puro è 24. L'oro dei pennini è 14 carati; i 10 che mancano sono 6 di Rame e 4 di Argento.
E' noto che questi metalli al contrario dell'oro sono attaccabili ed è evidente che alcuni inchiostri del passato una qualche lieve aggressività l'avevano.
Morale: il permanere dell'inchiostro nel canaletto del conduttore ha intaccato il pennino, verosimilmente trasformando il metallo in un sale, solubile in acqua.
Scoperto l'assassino!
Evidentemente è una circostanza dipendente da una concomitanza di fattori piuttosto rara a verificarsi, ma basta un pò di sfiga ed ecco lì che ti trovi magicamente un pennino in due metà.
Non sono un chimico e non sono in grado di spiegare quali ossidi possano formarsi né per l'azione di cosa.
Però mi pare plausibile.

Offline Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
Re: La maledizione del pennino diviso a metà
« Risposta #4 il: Aprile 09, 2011, 16:31:14 pm »
A me è successo una volta di aver trovato il pennino, dopo la pulitura,
filato al centro per circa 1 cm, ma non diviso in due;
sono due anni che conto di farlo saldare per evitare proprio che si spacchi completamente.

Ignazio, come hai fatto con i tuoi,
hai potuto ricongiungere le due metà, oppure non c'è stato più niente da fare?

Teoricamente sì, ma ci vuole qualcuno in gamba e con la voglia di impiegare il suo tempo in un lavoro del genere.
Conoscevo un tecnico che lavorava per uno dei più grossi orefici della zona, che gli costruiva montature per brillanti da mezzo chilo, ma per amicizia perdeva un pò di tempo per i miei pennini. Una volta mi ha addirittura trapiantato due punte prese da un pennino anonimo su un grosso pennino Ancora spuntato!
Purtroppo è morto.

Offline pirulazio

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Karma: +2/-0
  • Sesso: Maschio
  • La Z0NA è Tra Noi, Brivido Terrore Raccapriccio
Re: La maledizione del pennino diviso a metà
« Risposta #5 il: Aprile 09, 2011, 16:48:21 pm »
Io invece mannaggia, un pochino di chimica l'ho studiata,
l'oro puro viene attaccato solo dall'Acqua Regia (HNO3 + 3 HCl)
mentre l'oro a titolo basso come il 14K viene intaccato anche
da reagenti alcalini come l'ipoclorito di sodio (NaClO)
proprio per la presenza di Ag e Cu che sono molto reattivi,
la teoria del canale dell'alimentatore è suggestiva, forse è quella buona,
probabilmente era stato utilizzato un'inchiostro basico nella penna,
tipo il nero Sheaffer, che a lungo andare ha intaccato l'integrità del pennino.

Mr. (Avogadro) P

PS
Barzelletta chimica:
Cosa fanno due atomi di rame dietro l'angolo?
Cu Cu!


Offline Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
Re: La maledizione del pennino diviso a metà
« Risposta #6 il: Aprile 09, 2011, 18:55:13 pm »
Io invece mannaggia, un pochino di chimica l'ho studiata,
l'oro puro viene attaccato solo dall'Acqua Regia (HNO3 + 3 HCl)
mentre l'oro a titolo basso come il 14K viene intaccato anche
da reagenti alcalini come l'ipoclorito di sodio (NaClO)
proprio per la presenza di Ag e Cu che sono molto reattivi,
la teoria del canale dell'alimentatore è suggestiva, forse è quella buona,
probabilmente era stato utilizzato un'inchiostro basico nella penna,
tipo il nero Sheaffer, che a lungo andare ha intaccato l'integrità del pennino.

Mr. (Avogadro) P

PS
Barzelletta chimica:
Cosa fanno due atomi di rame dietro l'angolo?
Cu Cu!



Bravissimo!
Hai dato delle basi scientifiche alla mia teoria empirica.
Ricordo con buona sicurezza che il primo pennino che mi fece quello scherzo era un Concklin di una crescent.
Chissà da quanti decenni era restata sporca e chissà quale inchiostro era quello restato nella penna. Magari all'epoca erano anche diffusi inchiostri abbastanza artigianali...

Offline Wallygator

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Karma: +1/-0
  • Sesso: Maschio
Re: La maledizione del pennino diviso a metà
« Risposta #7 il: Aprile 09, 2011, 22:50:39 pm »
Io invece mannaggia, un pochino di chimica l'ho studiata,
l'oro puro viene attaccato solo dall'Acqua Regia (HNO3 + 3 HCl)
mentre l'oro a titolo basso come il 14K viene intaccato anche
da reagenti alcalini come l'ipoclorito di sodio (NaClO)
proprio per la presenza di Ag e Cu che sono molto reattivi,
la teoria del canale dell'alimentatore è suggestiva, forse è quella buona,
probabilmente era stato utilizzato un'inchiostro basico nella penna,
tipo il nero Sheaffer, che a lungo andare ha intaccato l'integrità del pennino.

Mr. (Avogadro) P

PS
Barzelletta chimica:
Cosa fanno due atomi di rame dietro l'angolo?
Cu Cu!


:set2010083: :set2010083:

Offline Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
Re: La maledizione del pennino diviso a metà
« Risposta #8 il: Luglio 29, 2011, 10:33:12 am »
Io invece mannaggia, un pochino di chimica l'ho studiata,
l'oro puro viene attaccato solo dall'Acqua Regia (HNO3 + 3 HCl)
mentre l'oro a titolo basso come il 14K viene intaccato anche
da reagenti alcalini come l'ipoclorito di sodio (NaClO)
proprio per la presenza di Ag e Cu che sono molto reattivi,
la teoria del canale dell'alimentatore è suggestiva, forse è quella buona,
probabilmente era stato utilizzato un'inchiostro basico nella penna,
tipo il nero Sheaffer, che a lungo andare ha intaccato l'integrità del pennino.

Mr. (Avogadro) P

PS
Barzelletta chimica:
Cosa fanno due atomi di rame dietro l'angolo?
Cu Cu!



Bravissimo!
Hai dato delle basi scientifiche alla mia teoria empirica.
Ricordo con buona sicurezza che il primo pennino che mi fece quello scherzo era un Concklin di una crescent.
Chissà da quanti decenni era restata sporca e chissà quale inchiostro era quello restato nella penna. Magari all'epoca erano anche diffusi inchiostri abbastanza artigianali...

Quasi quattro mesi orsono scrissi sulle inspiegabili rotture sui pennini, ipotizzando, poi supportato su basi scientifiche da Mr. P., che le suddette fossero innescate da lentissimi ma inesorabili processi di corrosione da parte di alcuni inchiostri. Su questa penna in vendita su ebay:
http://cgi.ebay.it/Penna-stilografica-IDEAL-Oro-18-KR-fountain-pen-/280716232357?pt=Penne&hash=item415bfdc6a5
Si vede un pennino devastato, la cui disgrazia non è chiaramente attribuibile a cause "meccaniche".
Malgrado qualche aspetto differente rispetto a quanto da me descritto, è probabile che le cause del disastro siano analoghe.

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re: La maledizione del pennino diviso a metà
« Risposta #9 il: Luglio 29, 2011, 11:50:19 am »
Citazione

Quasi quattro mesi orsono scrissi sulle inspiegabili rotture sui pennini, ipotizzando, poi supportato su basi scientifiche da Mr. P., che le suddette fossero innescate da lentissimi ma inesorabili processi di corrosione da parte di alcuni inchiostri. Su questa penna in vendita su ebay:
http://cgi.ebay.it/Penna-stilografica-IDEAL-Oro-18-KR-fountain-pen-/280716232357?pt=Penne&hash=item415bfdc6a5
Si vede un pennino devastato, la cui disgrazia non è chiaramente attribuibile a cause "meccaniche".
Malgrado qualche aspetto differente rispetto a quanto da me descritto, è probabile che le cause del disastro siano analoghe.


Rottura notevole, teorie sul perché varie ma di certezze non ne ho.

Tags:
 

       
Twittear