Autore Topic: caricamento di una omas studio  (Letto 2787 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline arturotesta

  • Newbie
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
caricamento di una omas studio
« il: Giugno 04, 2011, 00:34:15 am »
  • Publish
  • Per favore sono nuovo della materia e vorrei un aiuto. Ho comprato una stilografica omas studio con pennino in oro 14K, penso che abbia il caricamento a stantuffo, però ho cercato di svitare la parte posteriore che gira fino ad un certo punto però dopo non so se lo stantuffo deve uscire, come ho visto fare per altre stilografiche, o no. Ho paura di forzarlo, potreste darmi qulche indicazione precisa in merito. Vi ringrazio. :set2010053:



    Offline Ambros

    • Top Expert
    • Hero Member
    • **********
    • Karma: +1/-0
    • Sesso: Maschio
    Re: caricamento di una omas studio
    « Risposta #1 il: Giugno 04, 2011, 11:32:42 am »
  • Publish
  • Eric!

    Questo è il campo tuo, ma dove sei?! :set2010054:

    Per inciso: benvenuto sul forum, Arturo! :set2010001:

    Offline eric47

    • Advanced User / Master Copyrighter
    • Hero Member
    • ******
    • Karma: +1/-0
    • Sesso: Maschio
    Re: caricamento di una omas studio
    « Risposta #2 il: Giugno 04, 2011, 11:48:19 am »
  • Publish
  • Eric!

    Questo è il campo tuo, ma dove sei?! :set2010054:

    Stai parlando con me? http://www.youtube.com/watch?v=XzPBUGUM7KQ

    Sto giocando con i nuovi acquisti informatici.  :set2010033:

    Boh! Non ce l'ho una Studio.  :set2010054:

    Potrei dire solo, con certi stantuffi, quando si svita il fondello (piston knob) non esca l'asta; non esca niente e il fondello gira solo dov'è, al proprio posto ("in place"). E' possibile che la Studio sia cosi. Direi da provare con l'acqua e vedere se la Studio carica anche se non esca nulla quando si gira il fondello.

    Online turin-pens

    • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
    • Amministratore
    • Hero Member
    • *****
    • Karma: +4/-0
    • Sesso: Maschio
    • Traguardo 200.000 ormai prossimo
    Re: caricamento di una omas studio
    « Risposta #3 il: Giugno 04, 2011, 19:25:15 pm »
  • Publish
  • Benvenuto sul forum!

    per sapere come caricare la penna, ti consiglio di vedere questo filmato su youtube

    http://www.youtube.com/watch?v=-FF0E_QfE3Y

    Per il resto come da regolamento, dovresti inserire Nome e Cognome nel campo firma nel profilo personale

    Offline Pupa

    • Hero Member
    • *****
    • Karma: +1/-0
    • Sesso: Femmina
    Re: caricamento di una omas studio
    « Risposta #4 il: Giugno 05, 2011, 03:09:11 am »
  • Publish
  • mi sembra di intuire che il problema sia l'aria:
    gira il fondello fino a fine corsa (in posizione da "espulsione" liquido)
    tuffa tutto il pennino dentro l'inchiostro, fino a toccare la plastica,
    rientra lo stantuffo "aspirando".
    A volte è capitato anche a me che non caricasse subito,
    se il pennino non è completamente sommerso

    Online Giuseppe Tubi

    • Top Expert
    • Hero Member
    • **********
    • Karma: +3/-0
    • Sesso: Maschio
    Re: caricamento di una omas studio
    « Risposta #5 il: Giugno 05, 2011, 11:21:46 am »
  • Publish
  • Per favore sono nuovo della materia e vorrei un aiuto. Ho comprato una stilografica omas studio con pennino in oro 14K, penso che abbia il caricamento a stantuffo, però ho cercato di svitare la parte posteriore che gira fino ad un certo punto però dopo non so se lo stantuffo deve uscire, come ho visto fare per altre stilografiche, o no. Ho paura di forzarlo, potreste darmi qulche indicazione precisa in merito. Vi ringrazio.
    Come ti è già stato chiarito, il fatto che alla discesa dello stantuffo corrisponda o meno la fuoriuscita del fondello rispetto al corpo della penna, è solo funzione delle caratteristiche costruttive del sistema di caricamento, pertanto è irrilevante al fine di determinare se la penna funzioni o meno.
    Ad un funzionamento normale, che ti consiglio di verificare utilizzando acqua, col puntale della penna immerso deve corrispondere un emissione di aria (se la penna è vuota) in fase di discesa del pistone (riscontrabile da evidenti bollicine), ed aspirazione del liquido in fase di salita del medesimo. Considerando che si tratta di una penna già piuttosto moderna con tenuta in plastica, quindi praticamente inalterabile, se la penna non aspira ed è stata usata ed è rimasta ferma per anni, è probabile che residui d'inchiostro abbiano ostruito i canalini capillari del conduttore, impedendo alla penna di "respirare". In tal caso, prima di cimentarsi in smontaggi, il consiglio è quello di lasciare la penna a bagno in acqua tiepida, rinnovandola di tanto in tanto e facendo fare "ginnastica" al caricamento. Se l'acqua si colora d'inchiostro sei sulla buona strada e vedrai che la pazienza alla fine sarà premiata. Però non avere fretta; potrebbe essere necessario anche qualche giorno di bagnomaria. 

    Tags:
     

           
    Twittear