Autore Topic: Recensione: Pelikan M200  (Letto 3953 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Recensione Pelikan M200
« Risposta #15 il: Ottobre 20, 2016, 10:48:57 am »
L'inghippo sta nell'accoppiamento pennino/condotta......

Inviato dal mio SM-A310F utilizzando Tapatalk


Offline Fenice

  • Pennemoderne
  • Hero Member
  • ********
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Femmina
Re:Recensione Pelikan M200
« Risposta #16 il: Ottobre 20, 2016, 12:03:14 pm »
Avevo provato la Pelikan 120 pennino EF ... grattava da morire. Il flusso era OK ma ... Santi Numi! Un tagliacarte!!!


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Karma: +3/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Recensione Pelikan M200
« Risposta #17 il: Ottobre 20, 2016, 15:39:33 pm »
L'inghippo sta nell'accoppiamento pennino/condotta......

Inviato dal mio SM-A310F utilizzando Tapatalk
Non dico di no, anche se in teoria dovrebbero essere quelli accoppiati in fabbrica.
L'impressione è che abbiano fatto un taglio del pennino talmente chiuso che l'inchiostro fa fatica a penetrarci e se lo esaurisci con un ritmo un po' più sostenuto non riesce a rifornirsi istantaneamente.

Offline GPstilo

  • Beginner
  • *
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Recensione: Pelikan M200
« Risposta #18 il: Marzo 24, 2022, 11:50:42 am »
Buongiorno a tutti,

possiedo da diversi anni una M205 Blue Marbled e una M215 Ring, produzione recente, con pennini rispettivamente F ed EF. A parte il loro carattere distintivo, tendente alla generosità, direi che si tratti di due pennini abbastanza centrati, all'europea e molto scorrevoli, piacevolissimi.
Sono tentato di provare anche il medio, stavolta su una M200 classica: insieme alle altre due trovo abbia un'eleganza raffinata, restando nel solco dei pennini in acciaio.

Per altri versi, la Pelikan nella sua espressione più classica mi è sempre piaciuta tantissimo: sin da bambino utilizzavo, a scuola, quella di mio padre, individuata poi nel tempo come una M150/481 con pennino fine.
Non la usavo da una vita e l'ho caricata l'altro giorno, dopo un discreto lavaggio, con un, per me mediocre quanto a resa cromatica, Parker Quink Blue-black, ma l'intento era quello di darle un inchiostro 'facile' per farla ricominciare a scrivere dopo tanto tempo.
Ebbene, devo dire che trovo salti un po' nel tratto... volevo anche smontarla ma essendo una vintage con un valore affettivo non mi sono azzardato, per altro non ho mai estratto il pennino e non saprei bene come fare.
Ritenete che uno smontaggio per un lavaggio lungo possa giovarle? Consigli in proposito?
Onestamente non mi sembra di ravvisare, visivamente, tracce di danneggiamento del pennino.

Grazie, spero di non aver sbagliato sezione!

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Recensione: Pelikan M200
« Risposta #19 il: Marzo 24, 2022, 11:56:17 am »
Essendo rimasta ferma per diverso tempo molto probabilmente ha i capillari ostruiti da residui solidi di inchiostro. È anche possibile che col tempo, la condotta si sia staccata lievemente dal pennino. Questi sono nella maggior parte dei casi i principali.motivi per cui il tratto salta.

Bisogna smontare la penna, pulire i capillari e assicurarsi che la condotta poggi perfettamente sua parte interna del pennino.

Personale consiglio di rivolgersi da un esperto restauratore.

Inviato dal mio moto g pro utilizzando Tapatalk

Offline GPstilo

  • Beginner
  • *
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Recensione: Pelikan M200
« Risposta #20 il: Marzo 25, 2022, 19:49:45 pm »
Essendo rimasta ferma per diverso tempo molto probabilmente ha i capillari ostruiti da residui solidi di inchiostro. È anche possibile che col tempo, la condotta si sia staccata lievemente dal pennino. Questi sono nella maggior parte dei casi i principali.motivi per cui il tratto salta.

Bisogna smontare la penna, pulire i capillari e assicurarsi che la condotta poggi perfettamente sua parte interna del pennino.

Personale consiglio di rivolgersi da un esperto restauratore.

Niente soluzioni fai da te quindi, come consiglio! Grazie.

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Recensione: Pelikan M200
« Risposta #21 il: Marzo 25, 2022, 22:56:25 pm »
Essendo rimasta ferma per diverso tempo molto probabilmente ha i capillari ostruiti da residui solidi di inchiostro. È anche possibile che col tempo, la condotta si sia staccata lievemente dal pennino. Questi sono nella maggior parte dei casi i principali.motivi per cui il tratto salta.

Bisogna smontare la penna, pulire i capillari e assicurarsi che la condotta poggi perfettamente sua parte interna del pennino.

Personale consiglio di rivolgersi da un esperto restauratore.

Niente soluzioni fai da te quindi, come consiglio! Grazie.
Per le soluzioni fai da te, ti consiglio di iniziare da penne di minore valore economico e sentimentale non perché siano operazioni complesse ma perché con penne che sono rimaste ferme a lungo, c'è sempre il rischio di rompere qualcosa.
Per fare esperienza e praticata, procurati delle penne d'epoca da 5/10 euro.

Inviato dal mio moto g pro utilizzando Tapatalk


Offline GPstilo

  • Beginner
  • *
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Recensione: Pelikan M200
« Risposta #22 il: Aprile 05, 2022, 09:55:12 am »
Per le soluzioni fai da te, ti consiglio di iniziare da penne di minore valore economico e sentimentale non perché siano operazioni complesse ma perché con penne che sono rimaste ferme a lungo, c'è sempre il rischio di rompere qualcosa.
Per fare esperienza e praticata, procurati delle penne d'epoca da 5/10 euro.

Inizierò a sperimentare con quelle, infatti!
Grazie.

Tags:
 

       
Twittear