Autore Topic: Pelikan ultrasessantenni sempre al lavoro  (Letto 328 volte)

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Ugo

  • Newbie
  • Post: 1
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Pelikan ultrasessantenni sempre al lavoro
« il: Novembre 29, 2020, 10:23:06 am »
Buongiorno, ho 59 anni. Mia madre vendette la cartolibreria di famiglia (appartenuta al padre, cioè mio nonno) nel rione Monti a Roma nel 1975. Nello svuotare i magazzini, portò a casa una scatola con alcune penne pelikan 120 che cominciai a usare, prima saluariamente quando andavo a scuola, poi, quando iniziai a lavorare. Sono un giornalista e prendo sempre appunti. Da allora, ho sempre usato le Pelikan verdi e nere.  Qualcuna si è rotta, a causa dell'uso frequente , una me l'hanno rubata alcuni decenni orsono, così, per paura di rimanerne sprovvisto, negli anni ne ho comprate diverse su ebay, compresa una 140. Una l'ho acquistata in un mercatino. Mia madre mi ha regalato anche altre stilografiche vintage (tra cui un'Aurora, una Parker 51 e la stessa penna di marca sconosciuta che usava per andare a scuola), ma trovo che la Pelikan 120/140 sia impareggiabile per il mio lavoro, anche per le dimensioni ridotte. Ci sarà pure un motivo se la Pelikan nel 2016 ha iniziato a produrla nuovamente. Adesso ne ho cinque, quattro in linea per il mio lavoro con inchiostri e pennini diversi e una di riserva svuotata e pulita, oltre che alcuni pezzi di quelle che mi si sono rotte. La parte più fragile è la testina svitabile del cappuccio. Tra i miei pezzi di ricambio, ne ho un paio crepate e una spaccata proprio. Qualcuno sa suggerirmi una colla giusta per ripararle? Una delle mie 120 ha il fusto crepato e quindi non blocca il corpo dello stantuffo. Anche in quel caso, è possibile usare un collante adeguato? Grazie.



Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9460
  • Karma: +3/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Pelikan ultrasessantenni sempre al lavoro
« Risposta #1 il: Novembre 29, 2020, 18:07:20 pm »
La Pelikan 120 è veramente un mito tra le stilografiche; per scolari e studenti degli anni '50 e '60 era "la penna": con essa hanno scritto chilometri e chilometri di temi, versioni, espressioni, compiti in classe di qualsiasi tipo. Il suo rapporto qualità/prezzo aveva dell'incredibile: robusta, affidabile, pulita e nonostante tutto anche sobria ed elegante. Penso che lei e la Aurora 88 si siano spartite una sostanziale fetta del mercato di quegli anni: la Pelikan per l'utenza di cui sopra, la 88 per una clientela più elitaria, che poteva permettersi un costo abbastanza impegnativo che veniva tuttavia totalmente ripagato con una tecnica costruttiva sopraffina ed un design moderno e raffinato, che riprendeva i nuovi canoni estetici introdotti oltre oceano dalla Parker 51, che però venivano interpretati con un miglior equilibrio ed una costruzione molto più "sostanziosa".
La Pelikan 140 non era altro che una 120 dotata di un pennino d'oro in luogo di quello in acciaio dorato; la 140 ebbe però un successo di gran lunga minore: non so se ciò sia dipeso dal costo sicuramente maggiore o se le colorazioni nelle quali era proposta non riuscirono a far scattare l'ineguagliabile feeling della sorella minore: eppure le colorazioni proposte erano davvero molte: dal nero al verde scuro, dal bordeaux al blu. Nessuno però seppe avvicinare il fascino discreto della livrea verde/nera della 120; non per niente l'unica alternativa proposta, totalmente nera, non incontrò gradimento ed oggi è perfino abbastanza rara da trovare.
Per quanto concerne la riparazione della testina (tallone d'Achille in caso di caduta) penso che l'ideale sarebbe trovare un adesivo che in qualche misura sciogliesse la plastica della testina: le migliori incollature sono sempre quelle che hanno le caratteristiche di una saldatura. Come suggerimento ti suggerirei di provare a cercare nelle colle per modellismo.
In bocca al lupo.
P.S.: benvenuto u questo forum.
 

Offline Gong-oh

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 882
  • Karma: +2/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Pelikan ultrasessantenni sempre al lavoro
« Risposta #2 il: Dicembre 03, 2020, 13:54:06 pm »
Dopo l'intervento del Prof. Tubi, non c'è più nulla da aggiungere, se non unirsi ad un corale benvenuto.

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 12416
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Pelikan ultrasessantenni sempre al lavoro
« Risposta #3 il: Dicembre 09, 2020, 18:55:21 pm »
Ciao Ugo,

benvenuto tra noi, dunque considerando che la 120 è abbastanza comune da trovare in ottime/buone condizioni nell'usato a costi ragionevoli, credo che la soluzione migliore sia questa. Se però vuoi sperimentare e considerando che almeno a livello teorico, dovrebbe essere realizzata in materiale della famiglia del PMMA si potrebbe tentare di utilizzare colle apposite come la serie Collacryl coma la K25 oppure la K90

https://www.plexishop.it/it/catalogsearch/result/index/?o=collacril&p=1&q=collacryl

PS: ricordati di compilare il campo FIRMA come da regolamento

Tags:
 

       
Twittear