Autore Topic: Mabie Todd Swan Visofil  (Letto 1421 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Massi92

  • Baby User
  • *
  • Post: 21
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Femmina
Mabie Todd Swan Visofil
« il: Ottobre 03, 2015, 12:12:28 pm »
Ho una piccola collezione di Swan Visofil, che spero crescerà col tempo.

Inizio con la Swan Visofil V111/66 Esmerald. È la versione lady clipless prodotta nel 1936.
A me piace molto la banda dorata filigranata! Il pennino è un 14CT #1.
Chiusa è circa 12 cm, mentre con il cappuccio calzato è circa 14,6 cm.
All'epoca era venduta per £21







Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk



Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9466
  • Karma: +3/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Mabie Todd Swan Visofil
« Risposta #1 il: Ottobre 03, 2015, 12:47:20 pm »
La Visofil nei miei ricordi è una penna tanto bella quanto maledetta: Quelle che ho avuto avevano un caricamento riferibile al vacumatic che si attivava estraendo il fondello, ma aprirle per sostituire il gommino era una vera impresa, ai limiti del possibile.

Offline Massi92

  • Baby User
  • *
  • Post: 21
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Femmina
Re:Mabie Todd Swan Visofil
« Risposta #2 il: Ottobre 03, 2015, 14:42:29 pm »
Ci sono due tipologie di caricamento Visofil.
La prima è la serie V, come quella nella foto: ha una "cartuccia" in plastica che poggia su una molla e premendola si ricarica la penna. La particolarità per l'epoca era  il poter  controllare il livello dell'inchiostro. La mia è funzionante, ma questa tipologia di Visofil è "abbastanza" semplice da sistemare.
C'è poi la seconda serie che è la serie VT , più simile al vacumatic, che è molto più complessa. Ne ho una di questa serie, ma mi mancano un po' di pezzi e non penso che riuscirò a trovarli tanto facilmente...se mi dici che è anche impossibile la sistemare allora mi arrendo!


Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk

Tags:
 

       
Twittear