Autore Topic: Qualcuno deve pur iniziare...  (Letto 9005 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline iltoda

  • Sr. Member
  • ****
  • Karma: +1/-0
  • Sesso: Maschio
Qualcuno deve pur iniziare...
« il: Aprile 08, 2010, 23:01:08 pm »
Ci provo io...

segnalando due tipi di carta A4 che ho recentemente provato e che mi paiono interessanti.

Pigna Plus: ha lo stesso prezzo delle risme del supermercato ( ed in effetti è in un supermercato che l'ho trovata ) ma, a differenza di tante altre non è male come carta "per tutti i giorni".

Navigator Presentation 100gr/m2: cercavo la Clairefontaine DCP e non l'ho trovata, mi hanno consigliato questa e devo dire che non sfigura rispetto alla carta dei quaderni CF che possiedo.

E voi che carta preferite?

Marco

 



Offline hoenosuac

  • Frozen User
  • Beginner
  • *
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Re: Carta
« Risposta #1 il: Maggio 17, 2010, 11:01:43 am »
Carta un bene prezioso. Un mondo vastissimo . Ho preso l' abitudine di riciclare qualunque foglio bianco sia scrivibile, almeno su una facciata. Debitamente tagliato e spillato a mo' di taccuino da l'emozione di provare il / i pennini su diversi tipi di carta. Per rispondere alla tua domanda uso molto la carta con la quale Montblanc confeziona certi suoi block - notes. E' una carta abbastanza spessa, di colore paglierino... e mette a dura prova i pennini. Se non perfetti si "incliccano" ... Anche la carta riciclata non è male.

Online fabbale

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Karma: +2/-0
  • Sesso: Maschio
  • Don't worry be happy !!!
Re: Qualcuno deve pur iniziare...
« Risposta #2 il: Maggio 17, 2010, 11:08:54 am »
Marco & Silvio,
benvenuti fra noi e grazie per aver inaugurato una nuova board.

Ammetto la mia ignoranza sulla "carta" e spero di avere da Voi ed altri consigli preziosi.

 :set2010001:

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re: Qualcuno deve pur iniziare...
« Risposta #3 il: Maggio 17, 2010, 11:40:31 am »
con questi due interventi hanno il diritto di partecipare alla prima riunione degli iscritti a Pennamania.

Parteciperete vero?

Offline iltoda

  • Sr. Member
  • ****
  • Karma: +1/-0
  • Sesso: Maschio
Re: Qualcuno deve pur iniziare...
« Risposta #4 il: Maggio 17, 2010, 23:20:38 pm »
In ordine:

Sulla preziosità della carta non si discute; ho imparato a scrivere sui moduli continui 132 colonne del mainframe della ditta dove lavorava mio padre ( rigorosamente sul lato non stampato); li uso tutt'ora ( anche se con la penna stilografica non sono il massimo visto che la carta è trattatissima!!! ) e di anni ne sono passati un tot.

Tendo a stampare fronte e retro ma molti colleghi non lo fanno-> recupero.

Circa la carta... mi sorge un dubbio: vedo splendide foto di penne meravigliose ma quanto vengono realmente usate le nostre amate penne?

Personalmente cerco di utilizzarele tutte ( non sono poi molte ); sono forse l'unico folle che ha fatto il tema di maturità con una Waterman's 42??? ( penna del nonno "fregata" a mio padre in quarta superiore ); la carta viene come conseguenza, gli inchiostri seguono ad una incollatura, poi, ma qui mi manca la pazienza nel modo più assoluto, la nobile arte della calligrafia...


La riunione: mi piacerebbe ma i primi we di giugno sono già impegnati ( faccio il sistemista e nei we migriamo i sistemi che la gente usa normalmente per lavorare ); per il 27... FERIEEEEEEE e la location è dalla parte opposta a quella verso cui punterò la macchina!

Sarà per la prossima.

Marco


Online fabbale

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Karma: +2/-0
  • Sesso: Maschio
  • Don't worry be happy !!!
Re: Qualcuno deve pur iniziare...
« Risposta #5 il: Maggio 18, 2010, 09:19:25 am »
In ordine:

Sulla preziosità della carta non si discute; ho imparato a scrivere sui moduli continui 132 colonne del mainframe della ditta dove lavorava mio padre ( rigorosamente sul lato non stampato); li uso tutt'ora ( anche se con la penna stilografica non sono il massimo visto che la carta è trattatissima!!! ) e di anni ne sono passati un tot.

Tendo a stampare fronte e retro ma molti colleghi non lo fanno-> recupero.

Circa la carta... mi sorge un dubbio: vedo splendide foto di penne meravigliose ma quanto vengono realmente usate le nostre amate penne?

Personalmente cerco di utilizzarele tutte ( non sono poi molte ); sono forse l'unico folle che ha fatto il tema di maturità con una Waterman's 42??? ( penna del nonno "fregata" a mio padre in quarta superiore ); la carta viene come conseguenza, gli inchiostri seguono ad una incollatura, poi, ma qui mi manca la pazienza nel modo più assoluto, la nobile arte della calligrafia...


La riunione: mi piacerebbe ma i primi we di giugno sono già impegnati ( faccio il sistemista e nei we migriamo i sistemi che la gente usa normalmente per lavorare ); per il 27... FERIEEEEEEE e la location è dalla parte opposta a quella verso cui punterò la macchina!

Sarà per la prossima.

Marco



Marco nuovamente ben venuto.
Ci sono molte cose in quello che dici che ci accomunano.

In Ufficio io uso "carta reciclata" nel senso che tutte le pagine stampate "a vuoto" sono mie per scrivere appunti veloci, schizzo e scarabocchi mentre sono al telefono.
Ho usato anche in giovane età i mitici moduli continui a cui fai riferimento, ma scriverci con una stilo era un delirio se non con una Sheaffer a punta fine.
A casa magari poi utilizzo qualche blocco notes comprato in cartoleria, ma senza un criterio specifico.

Io utilizzo possibilemente tutte le mie penne, dalle più preziose alle più banali; sono però digiuno sull'arte della calligrafia, ho qualche manuale ma secondo me, se nussuno ti spiega bene i trucchi fai soltanto dei girigogoli che non hanno senso. Se tu vorrai portarci in questo mondo e quella della carta ti seguiremo (almeno io).

FB

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re: Qualcuno deve pur iniziare...
« Risposta #6 il: Maggio 18, 2010, 13:51:43 pm »
Io ho sempre utilizzato e continuo a utilizzare tutte le penne che possiedo o che ho posseduto.
A scuola per molti anni ho utilizzato una radius superior media in celluloide nera con caricamento a pulsante, poi una auretta in metallo con pennino in oro 14kt e caricamento a stantuffo, una eversharp doric piccola con pennino regolabile, una no-nuke della delta e tante altre!
Mi piacciono le penne, le uso e mi rendono felice!

Offline Wallygator

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Karma: +1/-0
  • Sesso: Maschio
Re: Qualcuno deve pur iniziare...
« Risposta #7 il: Maggio 18, 2010, 18:27:46 pm »
Ci provo io...

segnalando due tipi di carta A4 che ho recentemente provato e che mi paiono interessanti.

Pigna Plus: ha lo stesso prezzo delle risme del supermercato ( ed in effetti è in un supermercato che l'ho trovata ) ma, a differenza di tante altre non è male come carta "per tutti i giorni".

Navigator Presentation 100gr/m2: cercavo la Clairefontaine DCP e non l'ho trovata, mi hanno consigliato questa e devo dire che non sfigura rispetto alla carta dei quaderni CF che possiedo.

E voi che carta preferite?

Marco

 

Per quanto va all'esterno, normale carta a4 per stampanti acquistata sovente al supermercato; per  il resto riciclo tutto il possibile..

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re: Qualcuno deve pur iniziare...
« Risposta #8 il: Maggio 18, 2010, 21:43:52 pm »
se devo essere sincero non ho mai dedicato molto tempo al mondo della carta però qualche tempo fa, aiutai un mio carissimo amico che vive in America a trovare la carta migliore (almeno secondo i suoi gusti) così riuscii a procurargli due campionari completi delle carte "speciali" prodotte dalla Fabriano e successivamente anche delle Cartiere di Amalfi.
Devo ammettere che nei due campionari della Fabriano vi erano dei tipi di carta davvero meravigliosi, la maggior parte di queste erano vergate a mano con un aspetto e una consistenza che ricordavano quella di un tessuto di alta qualità.
Idem per quella di Amalfi ma le Fabriano all'epoca mi colpirono di più.

Offline hoenosuac

  • Frozen User
  • Beginner
  • *
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Re: Qualcuno deve pur iniziare...
« Risposta #9 il: Settembre 13, 2010, 17:48:13 pm »
Chi ha mai usato la carta di Amalfi?

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re: Qualcuno deve pur iniziare...
« Risposta #10 il: Settembre 13, 2010, 18:34:41 pm »
Chi ha mai usato la carta di Amalfi?

Io!

Carta molto bella sia al tatto che alla vista. Apparentemente appare setosa come alcune carte della Fabriano vergate a mano, però sia la Amalfi che alcune Fabriano con queste caratteristiche mi hanno sempre lasciato perplesso perché essendo così ricche di fibre poco si adattano alle penne con inchiostri moderni.
Penso che siano carte più adatte all'inchiostro di china, le penne a serbatoio con inchiostri in soluzione acquosa su questa carta danno un brutto tratto facendolo espandere molto e impastando molto le lettere.

Almeno questa è la mia esperienza d'uso, ora sarebbe bello leggere l'esperienza di altri utenti che magari possono parlare di risultati diversi.

Comunque sia almeno un foglio provalo.

 :set2010001:

Offline hoenosuac

  • Frozen User
  • Beginner
  • *
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Re: Carta di Amalfi
« Risposta #11 il: Settembre 13, 2010, 22:22:32 pm »
Mi procurerò la carta... voglio provare. Mi risulta che ad Amalfi sia rimasta un'unica cartiera... Amatruda se non vado errato. Amalfi è ricchissima d'acqua...necessaria per la produzione della carta.

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re: Carta di Amalfi
« Risposta #12 il: Settembre 13, 2010, 23:02:03 pm »
Mi procurerò la carta... voglio provare. Mi risulta che ad Amalfi sia rimasta un'unica cartiera... Amatruda se non vado errato. Amalfi è ricchissima d'acqua...necessaria per la produzione della carta.

Provare, provare e ancora provare, nulla è meglio di questo. Per il resto non ti saprei dire quante cartiere sono ancora attive.

Offline LetiziaJac

  • Top Expert
  • Sr. Member
  • **********
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Femmina
Re: Qualcuno deve pur iniziare...
« Risposta #13 il: Settembre 13, 2010, 23:43:22 pm »
Oddio la carta!!! Che devastazione, l'inchiostro che si spande piano piano, inesorabilmente,  attraverso quella invisibile ragnatela di filetti.  Non riesco a scrivere sulla carta delle risme normali da "forocopiatrice, e nemmeno sui fogli dei blocchi da cartoleria. Mi piace la carta liscia e pesante, quasi cartoncino, su cui l'inchiostro scivola e non si spande, su cui si asciuga con lentezza  e un certo profumo... oppure la carta antica e leggera, quasi trasparente ma immune dallo spandimento, della vecchia carta da lettera...
Tanti anni fà comperai uno stock di vecchi blocchi di carta da lettera da una cartoleria che stava chiudendo. Ancora vivo di rendita, ma prima o poi finirò le scorte...

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Karma: +4/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo

Tags:
 

       
Twittear