Benvenuto, consigli e presentazioni > Presentazioni

Buongiorno a tutti

(1/2) > >>

Bertolina Massimo:
Buongiorno a tutti gli utenti del forum.
Mi chiamo Massimo e sono originario del nord italia,pi¨ precisamnete valtellina.
Neofita del mondo delle penne stilografiche mi sono da poco approcciato a questa reltÓ in seguito ad una curiosa ritrovazione.
Una penna appartenuta allo zio di mio padre dalle misteriose origini.
Allego di seguito le foto.
Le informazioni che sono riuscito a reperire fin ora sono le seguenti:
-Fattura Tedesca anni 30\40 (tesi avallata dal marchio sul pennino G.Rau,il bisonte raffigurato ne Ŕ la prova)
-Livrea di fusto e cappuccio in celluloide o caseina
-clip probabilmente non originale
-SommitÓ del cappuccio (testa soldato con elmetto in AVORIO) con probabilitÓ ricavata da un utensile ed adattata ad arte
Immagino ci sia ancora ancora qualcosa da sapere a riguardo dunque mi affido a chiunque possa darmi qualche informazione aggiuntiva.
Grazie





















Giuseppe Tubi:
Molto difficile identificare la tua penna; mancando un marchio inciso gli elementi che possono dire qualcosa sono clip e pennino, ma entrambi, ampiamente visti, con tutta probabilitÓ sono stati sostituiti. Per il materiale sarei pi¨ propenso a ritenere si tratti di caseina, ma non ci metterei la mano sul fuoco. il caricamento a stantuffo con manettino di comando coperto dal fondello Ŕ stato molto usato dai tedeschi, ma non Ŕ certo una loro esclusiva; peraltro i tedeschi non mi risulta che abbiano usato di frequente la caseina come materiale per la costruzione di stilografiche, senza contare che inoltre erano molto affezionati ad un serioso nero, sicuramente il colore pi¨ diffuso tra le loro penne. Farebbe pensare ad una produzione databile anni '40. La testina sulla sommitÓ Ŕ sicuramente un'applicazione artigianale fatta con una certa maestria ed adattata probabilmente su quella originale.
Spero che qualcuno sappia dirti qualcosa di pi¨.

turin-pens:
Ciao Massimo,

benvenuto su Pennamania. Interessante e particolare la penna che hai mostrato. Difficile dare una risposta certa. Come dice Giuseppe Tubi, clip e pennino sono stati certamente sostituiti. A naso potrei azzardare una produzione Kaweco ma Ŕ soltanto una ipotesi molto azzardata e basata sul nulla. Prendila pi¨ che altro come una sensazione.
L'esterno bianco del corpo e il cappuccio, potrebbero essere realizzati in caseina ma solo se il corpo fosse realizzato in stile Pelikan 100 con interno in celluloide, dato che la caseina non va molto d'accordo con l'acqua.

Bertolina Massimo:
Grazie per le precisazioni.
Rimango in attesa di eventuali informazioni.

Parcival:
 :set2010001: La penna Ŕ ODO ed Ŕ una versione tedesca della penna Aurora Etiopia come dice Tom. La testa Ŕ originale, alla penna. La clip viene posizionata in aggiunta. Puoi vedere di pi¨ qui, dove c'Ŕ anche un collegamento al sito di Tom: https://www.pennamania.it/forum/index.php?topic=8420.msg79786#msg79786

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa