Autore Topic: Stilografiche normali, stilografiche comuni  (Letto 10161 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online pedewall

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 1433
  • Sesso: Maschio
Stilografiche normali, stilografiche comuni
« il: Febbraio 10, 2015, 23:45:06 pm »
Tranne poche eccezioni, sono state sinora presentate tante stilografiche sicuramente belle o da “suogno” come dice Crozza facendo il verso a Briatore; tutte avevano in comune oltre la bellezza, la irraggiungibilità per i “non addetti ai lavori”.
Cerchiamo di allargare il nostro orizzonte e presentiamo ciò che comunemente si trova, magari migliorandolo, ma soprattutto illustrando le caratteristiche che in quella penna ci hanno intrigato tanto da promuoverla da oggetto comune a normale, altrimenti si partecipa ad un incontro di chiacchiere tra quei pochi che hanno avuto la fortuna, anche se solo per motivi anagrafici, di avviare questo tipo di collezionismo quando tanto era disponibile ed a prezzi accettabili.
Finanze permettendo, chi inizia oggi deve accontentarsi di quel poco che trova, sovente in condizioni appena accettabili, oppure limitarsi ad un prodotto moderno.
Inizio presentando questa anonima ed invito tutti a fare vedere oltre i tesori, anche il resto di ciò che hanno e che ritengono meritevole.
Provoco chiedendo fotografie di penne italiane funzionanti: GN, Vulcan (vista recentemente), Alcione, U.S.A. Unione Stilpenne Alpini, V, V2, Vera, Victor, Vis, Astoria Fabrikat o Stadium (niente a che fare con la tedesca) e mi fermo.

Stilografica anonima a leva di media dimensione (poco più di 12 cm), in celluloide di un insolito colore marrone oro, lavorata con 10 facce che alle estremità, affusolandosi,  ritornano al tondo, la clip è sormontata all’apice da un fermo della stessa celluloide. Al tatto questa penna da una sensazione di robusta sicurezza e si impugna bene anche con il cappuccio calzato.
Dubito si tratti di un prodotto di origine italiana, ma tanto….
Vi ho aggiunto un pennino Minerva sottile, ma morbido ……….and enioy



Offline Wallygator

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 5044
  • Sesso: Maschio
Re:Stilografiche normali, stilografiche comuni
« Risposta #1 il: Febbraio 11, 2015, 00:25:38 am »
Con le anonime ci vado a nozze: grigioazzurra faccettata clip freccia, terminali cappuccio e blindcap laminati, pennino Pullman discretamente fessibile.

Offline Wallygator

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 5044
  • Sesso: Maschio
Re:Stilografiche normali, stilografiche comuni
« Risposta #2 il: Febbraio 11, 2015, 00:41:44 am »
Proseguo con una Adam stazza media carica a pulsante, pennino placcato marchiato Adam.

Offline Wallygator

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 5044
  • Sesso: Maschio
Re:Stilografiche normali, stilografiche comuni
« Risposta #3 il: Febbraio 11, 2015, 00:52:00 am »
Due Aviostil Ogivali entrambe con pennino in oro, la grigia a pulsante, la bordeaux a siringa.

Offline Wallygator

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 5044
  • Sesso: Maschio
Re:Stilografiche normali, stilografiche comuni
« Risposta #4 il: Febbraio 11, 2015, 01:03:33 am »
Una Blach star (proprio così, alla faccia dell'inglese), carica a pulsante, pennino Black Star in metallo (anticamente placcato) flessibile.

Offline Wallygator

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 5044
  • Sesso: Maschio
Re:Stilografiche normali, stilografiche comuni
« Risposta #5 il: Febbraio 11, 2015, 01:10:45 am »
Una Boreal, clone della 88, cappuccio con placcatura a perdere...ma completa di scatola (rappezzata) e garanzia.

Offline Wallygator

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 5044
  • Sesso: Maschio
Re:Stilografiche normali, stilografiche comuni
« Risposta #6 il: Febbraio 11, 2015, 01:14:07 am »
ora smetto.. una Cervinia faccettata bordeaux/vermiglio, carica a pulsante, pennino Cervinia anticamente placcato con foro a mezzaluna.

Online pedewall

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 1433
  • Sesso: Maschio
Re:Stilografiche normali, stilografiche comuni
« Risposta #7 il: Febbraio 11, 2015, 08:50:48 am »
Grazie Walter, se la hai ancora, facci vedere bene il pennino Pullman non se ne incontrano tanti.

Adam la ho uguale, cambia la colorazione, con pennino di vetro che è passato in mano a mio figlio quando era piccolo, credeva fosse un punteruolo..

Aviostil: di questi modelli anellati ne sono stati fatti tanti per tanti, ma almeno quelle che conosco, sempre buone lavorazioni.

Black Star della BOHEMIA WORKS CZECHOSLOVAKIA, ma sembrano tutte penne di origine italiana.

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 8903
  • Sesso: Maschio
Re:Stilografiche normali, stilografiche comuni
« Risposta #8 il: Febbraio 11, 2015, 09:05:43 am »
.....Provoco chiedendo fotografie di penne italiane funzionanti: GN, Vulcan (vista recentemente), Alcione, U.S.A. Unione Stilpenne Alpini, V, V2, Vera, Victor, Vis, Astoria Fabrikat o Stadium (niente a che fare con la tedesca) e mi fermo....
Il marchio STADIUM che menzioni, e lo farai sicuramente con cognizione, mi fa venire in mente una curiosità: quando negli anni '80 ho interessato ad appassionarmi alle stilografiche, libri sull'argomento ce n'erano pochi, specie in lingua italiana e/o che trattassero di stilografiche italiane. Uno di questi, forse il Castruccio, nel parlare delle sottomarche di ANCORA, menzionò GOLIARDA e STADIUM, storpiando per errore quello che in realtà era STUDIUM (se non ricordo male scritto STVDIUM). La curiosità è che un paio di pubblicazioni successive presero per buona la cosa ripetendo pedissequamente lo stesso errore.

Online pedewall

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 1433
  • Sesso: Maschio
Re:Stilografiche normali, stilografiche comuni
« Risposta #9 il: Febbraio 11, 2015, 09:39:08 am »

No Giuseppe, intendevo ASTORIA STADIUM (celluloide) ed ASTORIA FABRIKAT (laminate), nessun riferimento ad Ancora.

Offline Wallygator

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 5044
  • Sesso: Maschio
Re:Stilografiche normali, stilografiche comuni
« Risposta #10 il: Febbraio 11, 2015, 10:58:04 am »

Grazie Walter, se la hai ancora, facci vedere bene il pennino Pullman non se ne incontrano tanti.



Mi scuso per la scarsa qualità; non appena trovo la penna cercherò di far qualcosa di meglio.

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 8903
  • Sesso: Maschio
Re:Stilografiche normali, stilografiche comuni
« Risposta #11 il: Febbraio 11, 2015, 14:26:12 pm »

No Giuseppe, intendevo ASTORIA STADIUM (celluloide) ed ASTORIA FABRIKAT (laminate), nessun riferimento ad Ancora.
Sì, sì, chiaro.
Ma come ho scritto leggere questo marchio di cui personalmente ignoravo l'esistenza, mi ha riportato alla mente la vicenda che ho raccontato.

Online pedewall

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 1433
  • Sesso: Maschio
Re:Stilografiche normali, stilografiche comuni
« Risposta #12 il: Febbraio 11, 2015, 16:52:52 pm »

Walter, è veramente strano che una penna francese registrata con lo stesso nome anche in Italia fosse dotata di pennini inglesi.
Sicuramente li, costavano di meno o forse quella dicitura consentiva di aggirare il vincolo di vendere manufatti in oro col titolo18 Kt e si risparmiava qualcosa.


Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 8903
  • Sesso: Maschio
Re:Stilografiche normali, stilografiche comuni
« Risposta #13 il: Febbraio 11, 2015, 17:42:56 pm »

Walter, è veramente strano che una penna francese registrata con lo stesso nome anche in Italia fosse dotata di pennini inglesi.
Sicuramente li, costavano di meno o forse quella dicitura consentiva di aggirare il vincolo di vendere manufatti in oro col titolo18 Kt e si risparmiava qualcosa.
Ma non potrebbe essere solo un caso di omonimia?

Online pedewall

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 1433
  • Sesso: Maschio
Re:Stilografiche normali, stilografiche comuni
« Risposta #14 il: Febbraio 11, 2015, 18:00:36 pm »

Giuseppe tutto è possibile, anche se non conosco altra marca Pullman oltre quella francese, ma se vedo un pennino in oro Aurora con inciso made in england, o vi è una spiegazione plausibile o mi vengono dei dubbi.

Tags:
 

       
Twittear