Autore Topic: Comit - Omas il mistero svelato?  (Letto 14048 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline quasimodo

  • Baby User
  • *
  • Post: 40
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Comit - Omas il mistero svelato?
« Risposta #45 il: Maggio 22, 2012, 10:16:46 am »
La penna che secondo, e, può definirsi di manifattura Omas è la 361 ed è facile capire il perché. Infatti, anche se fosse stata costruita dal ciabattino sotto casa del Cav. Simoni (concedetemi la licenza poetica) comunque rimane la vera penna di manifattura Omas.

Seguendo il tuo ragionamento, non capisco una cosa: secondo te i pennini della 361 sono di produzione Comit? Perchè se lo sono, allora non ci sono poi differenze sostanziali tral al 361 e la Lucens, per dire, (entrambe prodotte con parti di terzi), mentre se non lo sono, mi chiedo come abbia fatto la Omas di punto in bianco a produrre un pennino così diverso da tutto quello che si era visto fino allora. La cosa presupporrebbe del know how che non chredo si possa improvvisare....

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9104
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Comit - Omas il mistero svelato?
« Risposta #46 il: Maggio 22, 2012, 11:24:03 am »
La penna che secondo, e, può definirsi di manifattura Omas è la 361 ed è facile capire il perché. Infatti, anche se fosse stata costruita dal ciabattino sotto casa del Cav. Simoni (concedetemi la licenza poetica) comunque rimane la vera penna di manifattura Omas.

Seguendo il tuo ragionamento, non capisco una cosa: secondo te i pennini della 361 sono di produzione Comit? Perchè se lo sono, allora non ci sono poi differenze sostanziali tral al 361 e la Lucens, per dire, (entrambe prodotte con parti di terzi), mentre se non lo sono, mi chiedo come abbia fatto la Omas di punto in bianco a produrre un pennino così diverso da tutto quello che si era visto fino allora. La cosa presupporrebbe del know how che non chredo si possa improvvisare....
Quella del particolare pennino della 361 è una considerazione che anch'io avevo fatto.
Penso che la risposta più palusibile è che si siano fatti costruire anche quello, anche se, in questo caso, secondo specifiche esclusive. Gli sarà costato solo un pò di più.

Offline fabbale

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 6112
  • Karma: +1/-0
  • Sesso: Maschio
  • Don't worry be happy !!!
Re:Comit - Omas il mistero svelato?
« Risposta #47 il: Maggio 22, 2012, 16:47:37 pm »

E conferma anche qualche dubbio che ci siamo sempre posti di come Omas, pur essendo una piccolissima azienda con pochissimo addetti, riuscisse ad avere numeri produttivi di tutto rispetto.


Sarei curioso di sapere quanti addetti avesse la Omas, specie nel "periodo d'oro". Puoi fornire questo numero?

Su un vecchio giornale del club Omas, c'è una foto di una cena aziendale.
Se ricordo domani pubblico; a memoria mi sembravano un pò più di 12...

 :set2010050:

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9104
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Comit - Omas il mistero svelato?
« Risposta #48 il: Maggio 22, 2012, 16:57:21 pm »
Su un vecchio giornale del club Omas, c'è una foto di una cena aziendale.
Se ricordo domani pubblico; a memoria mi sembravano un pò più di 12...
Me la ricordo anch'io quella foto.
Bisognerebbe però sapere se c'erano anche mogli, mariti, parenti e affini...
Non sò se avete presente.... tipo la delgazione che Craxi portò in Cina.
 :set2010033:

Offline f.hawks

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 3037
  • Karma: +2/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Comit - Omas il mistero svelato?
« Risposta #49 il: Maggio 22, 2012, 20:11:10 pm »
Su un vecchio giornale del club Omas, c'è una foto di una cena aziendale.
Se ricordo domani pubblico; a memoria mi sembravano un pò più di 12...
Me la ricordo anch'io quella foto.
Bisognerebbe però sapere se c'erano anche mogli, mariti, parenti e affini...
Non sò se avete presente.... tipo la delgazione che Craxi portò in Cina.
 :set2010033:

quella spedizione costò l'esilio a grillo dalla tv italiana, come dimenticarsene.....


Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9104
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Comit - Omas il mistero svelato?
« Risposta #50 il: Maggio 22, 2012, 20:19:59 pm »
Su un vecchio giornale del club Omas, c'è una foto di una cena aziendale.
Se ricordo domani pubblico; a memoria mi sembravano un pò più di 12...
Me la ricordo anch'io quella foto.
Bisognerebbe però sapere se c'erano anche mogli, mariti, parenti e affini...
Non sò se avete presente.... tipo la delgazione che Craxi portò in Cina.
quella spedizione costò l'esilio a grillo dalla tv italiana, come dimenticarsene.....
Beh, in questi giorni s'è rifatto!

Offline roberto v

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 818
  • Karma: +1/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Comit - Omas il mistero svelato?
« Risposta #51 il: Maggio 22, 2012, 21:24:54 pm »

E conferma anche qualche dubbio che ci siamo sempre posti di come Omas, pur essendo una piccolissima azienda con pochissimo addetti, riuscisse ad avere numeri produttivi di tutto rispetto.


Sarei curioso di sapere quanti addetti avesse la Omas, specie nel "periodo d'oro". Puoi fornire questo numero?

Su un vecchio giornale del club Omas, c'è una foto di una cena aziendale.
Se ricordo domani pubblico; a memoria mi sembravano un pò più di 12...

 :set2010050:

Nella foto, pubblicata nel libro di Dolcini, ci sono 28 persone + Simoni. Sullo sfondo, un cartello pubblicitario della Omas Extra 900, se può aiutare con la datazione...

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9104
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Comit - Omas il mistero svelato?
« Risposta #52 il: Maggio 22, 2012, 21:49:30 pm »

E conferma anche qualche dubbio che ci siamo sempre posti di come Omas, pur essendo una piccolissima azienda con pochissimo addetti, riuscisse ad avere numeri produttivi di tutto rispetto.


Sarei curioso di sapere quanti addetti avesse la Omas, specie nel "periodo d'oro". Puoi fornire questo numero?

Su un vecchio giornale del club Omas, c'è una foto di una cena aziendale.
Se ricordo domani pubblico; a memoria mi sembravano un pò più di 12...

 :set2010050:

Nella foto, pubblicata nel libro di Dolcini, ci sono 28 persone + Simoni. Sullo sfondo, un cartello pubblicitario della Omas Extra 900, se può aiutare con la datazione...
Secondo me sarebbe assai più indicativo trovare delle foto della fabbrica; credo che si capirebbe molto di più dal numero delle macchine l'effettiva dimensione della realtà produttiva Omas.

Offline turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11715
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Comit - Omas il mistero svelato?
« Risposta #53 il: Maggio 22, 2012, 22:02:49 pm »

E conferma anche qualche dubbio che ci siamo sempre posti di come Omas, pur essendo una piccolissima azienda con pochissimo addetti, riuscisse ad avere numeri produttivi di tutto rispetto.


Sarei curioso di sapere quanti addetti avesse la Omas, specie nel "periodo d'oro". Puoi fornire questo numero?

Su un vecchio giornale del club Omas, c'è una foto di una cena aziendale.
Se ricordo domani pubblico; a memoria mi sembravano un pò più di 12...

 :set2010050:

Nella foto, pubblicata nel libro di Dolcini, ci sono 28 persone + Simoni. Sullo sfondo, un cartello pubblicitario della Omas Extra 900, se può aiutare con la datazione...
Secondo me sarebbe assai più indicativo trovare delle foto della fabbrica; credo che si capirebbe molto di più dal numero delle macchine l'effettiva dimensione della realtà produttiva Omas.

L'Aurora nello stesso periodo aveva 250 "circa" addetti... Ben altra cosa.
Al suo servizio aveva i migliori pubblicitari del periodo, la maggior parte dei quali provenienti dal movimento futurista.
Biscaretti di Ruffia, fondò poi il museo dell'auto di Torino, (dicono uno dei più belli al mondo).
Accordi commerciali per lo sfruttamento del marchio con Walt Disney.
Un reparto progetti vero, succursali e centri assistenza in tutta Italia.
La propria fonderia e la propia "zecca" dove veniva fatta la propria lega d'oro etc...

Parliamo di altri numeri e un impianto produttivo di tutt'altra natura

Giudicate voi...

Offline turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11715
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Comit - Omas il mistero svelato?
« Risposta #54 il: Maggio 23, 2012, 09:40:52 am »
Citazione da: turin-pens

La penna che secondo, e, può definirsi di manifattura Omas è la 361 ed è facile capire il perché. Infatti, anche se fosse stata costruita dal ciabattino sotto casa del Cav. Simoni (concedetemi la licenza poetica) comunque rimane la vera penna di manifattura Omas.


Citazione da: quasimodo

Seguendo il tuo ragionamento, non capisco una cosa: secondo te i pennini della 361 sono di produzione Comit? Perchè se lo sono, allora non ci sono poi differenze sostanziali tral al 361 e la Lucens, per dire, (entrambe prodotte con parti di terzi), mentre se non lo sono, mi chiedo come abbia fatto la Omas di punto in bianco a produrre un pennino così diverso da tutto quello che si era visto fino allora. La cosa presupporrebbe del know how che non chredo si possa improvvisare....


Citazione da: Giuseppe Tubi

Quella del particolare pennino della 361 è una considerazione che anch'io avevo fatto.
Penso che la risposta più palusibile è che si siano fatti costruire anche quello, anche se, in questo caso, secondo specifiche esclusive. Gli sarà costato solo un pò di più.


Esattamente come dice Giuseppe Tubi, la differenza tra il pennino Omas Extra/Extra Lucens ed il pennino 361 risiede proprio nelle specificihe produttive.
Mentre nel primo caso il pennino firmato Omas faceva parte della produzione standard e corrente di Comit, con la sola differenza del nome impresso (Omas al posto di Comit, Washington etc...), nel secondo caso, siamo davanti si ad un pennino sempre di produzione Comit ma su richieste Omas, tanto che quel determinato pennino, venne utilizzato soltanto dalla Omas per la 361 e non da altri nomi.

Comunque sia, c'è da aggiungere che l'idea del pennino b-side in stile 361 era già presente sui pennini bicolore Extra Lucens, sui pennini Saratoga Webber bicolore, e su alcuni tipi di pennini Parker 51 e se ricordo bene anche su alcuni Vacumatic etc...
Quindi non proprio un'idea originalissima e già presente sul mercato da diverso tempo.

Detto questo, devo anche nuovamente ricordare che (ma lo scrissi già molto tempo prima all'interno di questo topic) che anche l'Aurora al tempo della 88, fece realizzare una parte dei pennini dalla Comit.
Però anche qui, come nel caso del pennino 361 siamo davanti ad una realizzazione con caratteristiche tecniche uniche, espressamente su richiesta del committente.

Esattamente come oggi succede con l'Ipad nelle sue varie declinazioni odve l'assemblaggio è commissionato alla Foxconn e la realizzazione del tanto discusso retina display alla "concorrente" Samsung.

Credo che a questo punto la cosa migliore sia mettere online anche le foto dei pennini 88 Comit

Offline fabbale

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 6112
  • Karma: +1/-0
  • Sesso: Maschio
  • Don't worry be happy !!!
Re:Comit - Omas il mistero svelato?
« Risposta #55 il: Maggio 23, 2012, 09:58:38 am »

E conferma anche qualche dubbio che ci siamo sempre posti di come Omas, pur essendo una piccolissima azienda con pochissimo addetti, riuscisse ad avere numeri produttivi di tutto rispetto.


Sarei curioso di sapere quanti addetti avesse la Omas, specie nel "periodo d'oro". Puoi fornire questo numero?

Su un vecchio giornale del club Omas, c'è una foto di una cena aziendale.
Se ricordo domani pubblico; a memoria mi sembravano un pò più di 12...

 :set2010050:

Nella foto, pubblicata nel libro di Dolcini, ci sono 28 persone + Simoni. Sullo sfondo, un cartello pubblicitario della Omas Extra 900, se può aiutare con la datazione...
Secondo me sarebbe assai più indicativo trovare delle foto della fabbrica; credo che si capirebbe molto di più dal numero delle macchine l'effettiva dimensione della realtà produttiva Omas.

Per ora questa abbiamo...
Non sono 1000 ma nemmeno 10...
Certo già Elmo erano un pò di più; a Voi la querelle sui Dipendenti, io ho già i" miei" a cui pensare...

Offline turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11715
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Comit - Omas il mistero svelato?
« Risposta #56 il: Maggio 23, 2012, 19:00:19 pm »
Ecco il confronto ed anche l'atto conclusivo (almeno per me) sulla reale capacità produttiva della Comit come fabbrica produttrice di pennini.
La documentazione qui sotto mostrata, evidenzia come non soltanto realizzasse pennini "universali" ma anche modelli "esterni" su specifiche proprietarie del committente.

Da sinistra a destra, due generazioni di pennini Aurora 88 a confronto. Produzione Aurora e produzione Comit

1 Aurora 88 primo tipo (produzione Aurora)

2. Aurora 88 primo tipo (produzione Comit, marchiato Warranted)

3. Aurora 88 secondo tipo (produzione Aurora)

4. Aurora 88 secondo tipo (produzione Comit marchiato Comit)


Offline sbroglia

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 2530
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Comit - Omas il mistero svelato?
« Risposta #57 il: Maggio 23, 2012, 19:02:58 pm »
Sempre (piu' o meno) docici mi sembrano :set2010021:




E conferma anche qualche dubbio che ci siamo sempre posti di come Omas, pur essendo una piccolissima azienda con pochissimo addetti, riuscisse ad avere numeri produttivi di tutto rispetto.


Sarei curioso di sapere quanti addetti avesse la Omas, specie nel "periodo d'oro". Puoi fornire questo numero?

Su un vecchio giornale del club Omas, c'è una foto di una cena aziendale.
Se ricordo domani pubblico; a memoria mi sembravano un pò più di 12...

 :set2010050:

Nella foto, pubblicata nel libro di Dolcini, ci sono 28 persone + Simoni. Sullo sfondo, un cartello pubblicitario della Omas Extra 900, se può aiutare con la datazione...
Secondo me sarebbe assai più indicativo trovare delle foto della fabbrica; credo che si capirebbe molto di più dal numero delle macchine l'effettiva dimensione della realtà produttiva Omas.

Per ora questa abbiamo...
Non sono 1000 ma nemmeno 10...
Certo già Elmo erano un pò di più; a Voi la querelle sui Dipendenti, io ho già i" miei" a cui pensare...

Offline turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11715
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Comit - Omas il mistero svelato?
« Risposta #58 il: Maggio 23, 2012, 19:04:30 pm »

Sempre (piu' o meno) docici mi sembrano :set2010021:


Con Simoni ne ho contati 29

Offline sbroglia

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 2530
  • Karma: +0/-0
  • Sesso: Maschio
Re:Comit - Omas il mistero svelato?
« Risposta #59 il: Maggio 23, 2012, 20:48:12 pm »
Le mogli non valgono... :set2010026:

Tags:
 

       
Twittear