Autore Topic: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà  (Letto 40258 volte)

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Wallygator

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 5051
  • Sesso: Maschio
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #195 il: Gennaio 05, 2012, 00:08:16 am »
Sono mancato pochi giorni dal forum e guarda chebavete combinato!!!

Servizio fotografico tecnico meraviglioso
Non penso ce ne sia un'altro in rete che spieghi la tecnica in questo modo

E visto il metodo mi sembrerebbe una follia pensare ancora che il foglio di celluloide venisse arrotolato su di un uncinetto come i maccarones de busa e poi venissero ulteriormente lavorati

Questo processo ha valenza industriale e non artigianale e puo' essere replicato all'infinito con risultati sempre diversi ( che poi e' quello che cercavano i produttori) con possibilita' di fasce di prezzo diversificate in funzione delle necessita del committente.  

Gran bel lavoro!!!

Grazie
:set2010037: :set2010037: :set2010037:
Gente, scrivo questa, poi giuro che la pianto lì, perché alla fine è giusto che ognuno sia libero di conservare le proprie idee.
Allora, per realizzare la barra composita Riccardo è partito da dei parallelepipedi di celluloide di diverso colore, i cui lati sono stati rettificati (fig. 3) per essere perfettamente piani e combaciare prima di essere incollati (figg. 9, 10, 11). Ok?
Le linee che demarcano sulla barra il passaggio da un colore all'altro segnano dunque l'intersezione di un piano (quello dell'incollaggio) con un cilindro (la barra) e generano delle ellissi. Ok, sin qui?
Siamo dunque, né più, né meno nel 1° schema (figura a sinistra) del mio brutto disegno, che ripropongo, fatto quando si era alla ormai remota pagina 2 di questo topic. Ancora tutto ok? Spero di sì.
Osservando ora il 2° schema (figura di destra), che rappresenta invece l'andamento della giunzione delle penne che abbiamo definito "a spirale", si può notare che non è possibile individuare un piano che possa separare il cilindro lungo la linea della spirale. Ciò semplicemente perché non c'è unione tra due parti, ma solo tra i due lati di un'unica "tagliatella" di celluloide.
In altre parole: se qualcuno riesce a segare in due una di queste penne tagliandola lungo la spirale, mi mangio il cappello, come diceva Paperone.

 



Concordo appieno con Ignazio; dalla celluloide spiralata (disegno a dx), tagliandola lungo la giunzione, si ottiene un unico foglio  di celluloide; dalla pseudo spirale ottenuta con il metodo di Riccardo (disegno di sx) sempre tagliata lungo la giunzione, si ottengono un certo numero di sezioni cilindriche separate.

Offline turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11609
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #196 il: Gennaio 05, 2012, 00:24:24 am »


Ignazio, L'esempio che ti ho fatto io è esemplarmente rappresentato dall'ultima tua foto della penna spianata.

Citazione da: Giuseppe Tubi
Attenzione: non confondiamo l'analogia dello sviluppo in piano della penna, con l'immagine laterale della barra, vista in due sole dimensioni. Nell'originaria forma cilindrica i punti A e B coincidono:

Anche nella barra che abbiamo fatto coincidono e coincidono anche nei tubi che possiedo e che in parte ho sacrificato nei vari esperimenti.
Aggiungo che la proiezione cilindrica di una penna spiralata, darebbe il medesimo risultato.
Al di la di tutto, è bello ed interessante constatare che un discorso apparentemente banale come questo, possa nel giro di pochissimo svilupparsi in modo così ampio.
Noto però che in concomitanza con l'interesse, sia molto difficile diffondere un'idea nuova anche quando questa è accompagnata da prove e risultati molto interessati (per non dire concreti).
Oltretutto, sono anche consapevole che è difficile aprire una breccia anche piccola, in quello che fino ad oggi era considerata la realtà.

Offline turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11609
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #197 il: Gennaio 05, 2012, 00:37:38 am »
Comunque sia, al di la di tutto, non è mia intenzione prevaricare le opinioni altrui con le mie e la libertà d'espressione rimane fondamentale (e credo che questo topic ne sia la dimostrazione cristallina).
Tutto questo al di la dei risultati che si possono ottenere.

Tra l'altro, ci tengo a ribadire come già scritto varie volte che quello da me proposto, è un sistema e non il solo sistema. Certamente ce ne saranno stati altri e ovviamente, l'uno non esclude l'altro.

Offline Wallygator

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 5051
  • Sesso: Maschio
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #198 il: Gennaio 05, 2012, 20:24:17 pm »


Ignazio, L'esempio che ti ho fatto io è esemplarmente rappresentato dall'ultima tua foto della penna spianata.

Citazione da: Giuseppe Tubi
Attenzione: non confondiamo l'analogia dello sviluppo in piano della penna, con l'immagine laterale della barra, vista in due sole dimensioni. Nell'originaria forma cilindrica i punti A e B coincidono:

Anche nella barra che abbiamo fatto coincidono e coincidono anche nei tubi che possiedo e che in parte ho sacrificato nei vari esperimenti.
Aggiungo che la proiezione cilindrica di una penna spiralata, darebbe il medesimo risultato.
Al di la di tutto, è bello ed interessante constatare che un discorso apparentemente banale come questo, possa nel giro di pochissimo svilupparsi in modo così ampio.
Noto però che in concomitanza con l'interesse, sia molto difficile diffondere un'idea nuova anche quando questa è accompagnata da prove e risultati molto interessati (per non dire concreti).
Oltretutto, sono anche consapevole che è difficile aprire una breccia anche piccola, in quello che fino ad oggi era considerata la realtà.


Non mi pare che siamo impegnati nella discussione della teoria Tolemaica o Copernicana dell'universo. :set2010021:

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9061
  • Sesso: Maschio
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #199 il: Gennaio 06, 2012, 20:04:28 pm »
Comunque sia, al di la di tutto, non è mia intenzione prevaricare le opinioni altrui con le mie e la libertà d'espressione rimane fondamentale (e credo che questo topic ne sia la dimostrazione cristallina).
Tutto questo al di la dei risultati che si possono ottenere.

Tra l'altro, ci tengo a ribadire come già scritto varie volte che quello da me proposto, è un sistema e non il solo sistema. Certamente ce ne saranno stati altri e ovviamente, l'uno non esclude l'altro.

PUGNOOO! No sul muso: nel senso PAUSA.

Nessuna dissertazione tecnica o penna squartata in questo post: GIURO! Magari nei prossimi.
M'è venuta un'idea, che poi se n'è tirata dietro un'altra. Forse son caz...te, ma chissà...
Pensando a questo tormentone della celluloide, mi chiedevo: "dovrebbe pur esserci qualcuno in vita che ha lavorato in questo campo e che potrebbe raccontarci cose".
Se lo si individuasse, si potrebbe tassarci di qualche euro e pagargli una giornata, vitto e alloggio, perché ci racconti come si lavorava la celluloide in produzione.
Poi ho pensato: "e perché limitarsi solo alla celluloide?" ci sono un sacco di cose che riguardano il mondo della stilografica e che a me, ma credo non solo a me, piacerebbe un sacco conoscere.
Non sarebbe carino provare ad organizzare una serie di questi seminari "ruspanti", condotti da chi "stava sul pezzo", mica dai luminari.
Magari ci si potrebbe appoggiare a qualcuno con già un'organizzazione, tipo quelli della rivista "Penna". Si potrebbe poi scrivere degli articoli su quanto emerge. Penso anche alla nuova rivista di Riccardo....
Che dite? Mi son bevuto il cervello? Giuro però che la pensata m'è venuta "nature", senza pasticche, fumo, sniffi od altro.
 :set2010054: :set2010054: :set2010054: :set2010054: :set2010054:


Offline Wallygator

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 5051
  • Sesso: Maschio
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #200 il: Gennaio 06, 2012, 20:16:25 pm »
Comunque sia, al di la di tutto, non è mia intenzione prevaricare le opinioni altrui con le mie e la libertà d'espressione rimane fondamentale (e credo che questo topic ne sia la dimostrazione cristallina).
Tutto questo al di la dei risultati che si possono ottenere.

Tra l'altro, ci tengo a ribadire come già scritto varie volte che quello da me proposto, è un sistema e non il solo sistema. Certamente ce ne saranno stati altri e ovviamente, l'uno non esclude l'altro.

PUGNOOO! No sul muso: nel senso PAUSA.

Nessuna dissertazione tecnica o penna squartata in questo post: GIURO! Magari nei prossimi.
M'è venuta un'idea, che poi se n'è tirata dietro un'altra. Forse son caz...te, ma chissà...
Pensando a questo tormentone della celluloide, mi chiedevo: "dovrebbe pur esserci qualcuno in vita che ha lavorato in questo campo e che potrebbe raccontarci cose".
Se lo si individuasse, si potrebbe tassarci di qualche euro e pagargli una giornata, vitto e alloggio, perché ci racconti come si lavorava la celluloide in produzione.
Poi ho pensato: "e perché limitarsi solo alla celluloide?" ci sono un sacco di cose che riguardano il mondo della stilografica e che a me, ma credo non solo a me, piacerebbe un sacco conoscere.
Non sarebbe carino provare ad organizzare una serie di questi seminari "ruspanti", condotti da chi "stava sul pezzo", mica dai luminari.
Magari ci si potrebbe appoggiare a qualcuno con già un'organizzazione, tipo quelli della rivista "Penna". Si potrebbe poi scrivere degli articoli su quanto emerge. Penso anche alla nuova rivista di Riccardo....
Che dite? Mi son bevuto il cervello? Giuro però che la pensata m'è venuta "nature", senza pasticche, fumo, sniffi od altro.
 :set2010054: :set2010054: :set2010054: :set2010054: :set2010054:





Simpatica idea, anche se ritengo di non facile soluzione, vista la dislocazione  un po' sparpagliata dei partecipanti al forum. Forse l'idea vincente potrebbe essere quella della nuova rivista elettronica di Riccardo.

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9061
  • Sesso: Maschio
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #201 il: Gennaio 06, 2012, 20:22:37 pm »

[/quote]
Simpatica idea, anche se ritengo di non facile soluzione, vista la dislocazione  un po' sparpagliata dei partecipanti al forum. Forse l'idea vincente potrebbe essere quella della nuova rivista elettronica di Riccardo.
[/quote]

Si dovrebbe cercare una posizione baricentrica.

Offline Ambros

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 3655
  • Sesso: Maschio
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #202 il: Gennaio 06, 2012, 20:36:47 pm »
Comunque sia, al di la di tutto, non è mia intenzione prevaricare le opinioni altrui con le mie e la libertà d'espressione rimane fondamentale (e credo che questo topic ne sia la dimostrazione cristallina).
Tutto questo al di la dei risultati che si possono ottenere.

Tra l'altro, ci tengo a ribadire come già scritto varie volte che quello da me proposto, è un sistema e non il solo sistema. Certamente ce ne saranno stati altri e ovviamente, l'uno non esclude l'altro.

PUGNOOO! No sul muso: nel senso PAUSA.

Nessuna dissertazione tecnica o penna squartata in questo post: GIURO! Magari nei prossimi.
M'è venuta un'idea, che poi se n'è tirata dietro un'altra. Forse son caz...te, ma chissà...
Pensando a questo tormentone della celluloide, mi chiedevo: "dovrebbe pur esserci qualcuno in vita che ha lavorato in questo campo e che potrebbe raccontarci cose".
Se lo si individuasse, si potrebbe tassarci di qualche euro e pagargli una giornata, vitto e alloggio, perché ci racconti come si lavorava la celluloide in produzione.
Poi ho pensato: "e perché limitarsi solo alla celluloide?" ci sono un sacco di cose che riguardano il mondo della stilografica e che a me, ma credo non solo a me, piacerebbe un sacco conoscere.
Non sarebbe carino provare ad organizzare una serie di questi seminari "ruspanti", condotti da chi "stava sul pezzo", mica dai luminari.
Magari ci si potrebbe appoggiare a qualcuno con già un'organizzazione, tipo quelli della rivista "Penna". Si potrebbe poi scrivere degli articoli su quanto emerge. Penso anche alla nuova rivista di Riccardo....
Che dite? Mi son bevuto il cervello? Giuro però che la pensata m'è venuta "nature", senza pasticche, fumo, sniffi od altro.
 :set2010054: :set2010054: :set2010054: :set2010054: :set2010054:



Idea interessante,
forse basterebbe una intervista fatta bene e registrata su video,
e poi il video lo si potrebbe caricare sul forum per la gioia di tutti gli utenti.

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9061
  • Sesso: Maschio
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #203 il: Gennaio 06, 2012, 21:14:19 pm »
Comunque sia, al di la di tutto, non è mia intenzione prevaricare le opinioni altrui con le mie e la libertà d'espressione rimane fondamentale (e credo che questo topic ne sia la dimostrazione cristallina).
Tutto questo al di la dei risultati che si possono ottenere.

Tra l'altro, ci tengo a ribadire come già scritto varie volte che quello da me proposto, è un sistema e non il solo sistema. Certamente ce ne saranno stati altri e ovviamente, l'uno non esclude l'altro.

PUGNOOO! No sul muso: nel senso PAUSA.

Nessuna dissertazione tecnica o penna squartata in questo post: GIURO! Magari nei prossimi.
M'è venuta un'idea, che poi se n'è tirata dietro un'altra. Forse son caz...te, ma chissà...
Pensando a questo tormentone della celluloide, mi chiedevo: "dovrebbe pur esserci qualcuno in vita che ha lavorato in questo campo e che potrebbe raccontarci cose".
Se lo si individuasse, si potrebbe tassarci di qualche euro e pagargli una giornata, vitto e alloggio, perché ci racconti come si lavorava la celluloide in produzione.
Poi ho pensato: "e perché limitarsi solo alla celluloide?" ci sono un sacco di cose che riguardano il mondo della stilografica e che a me, ma credo non solo a me, piacerebbe un sacco conoscere.
Non sarebbe carino provare ad organizzare una serie di questi seminari "ruspanti", condotti da chi "stava sul pezzo", mica dai luminari.
Magari ci si potrebbe appoggiare a qualcuno con già un'organizzazione, tipo quelli della rivista "Penna". Si potrebbe poi scrivere degli articoli su quanto emerge. Penso anche alla nuova rivista di Riccardo....
Che dite? Mi son bevuto il cervello? Giuro però che la pensata m'è venuta "nature", senza pasticche, fumo, sniffi od altro.
 :set2010054: :set2010054: :set2010054: :set2010054: :set2010054:



Idea interessante,
forse basterebbe una intervista fatta bene e registrata su video,
e poi il video lo si potrebbe caricare sul forum per la gioia di tutti gli utenti.
E perché no? Il coinvolgimento è un pò meno diretto, ma decisamente più semplice.

Offline mccagly

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 3509
  • Sesso: Maschio
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #204 il: Gennaio 06, 2012, 23:41:47 pm »
Buona idea,

intrigante la possibilità di non far disperdere le conoscenze di qualche artigiano del settore.

Difficile a Roma reperire la persona giusta, la maggior parte lavoravano nell'area Torinese o Bolognese.

Nessuno conosce o può rintracciare la persona giusta  ?

 :set2010001:


Offline rembrandt54

  • Pennemoderne
  • Hero Member
  • ********
  • Post: 1108
  • Sesso: Maschio
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #205 il: Gennaio 06, 2012, 23:56:47 pm »
Ottima idea !!!


Offline fabbale

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 6106
  • Sesso: Maschio
  • Don't worry be happy !!!
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #206 il: Gennaio 07, 2012, 15:20:06 pm »
Comunque sia, al di la di tutto, non è mia intenzione prevaricare le opinioni altrui con le mie e la libertà d'espressione rimane fondamentale (e credo che questo topic ne sia la dimostrazione cristallina).
Tutto questo al di la dei risultati che si possono ottenere.

Tra l'altro, ci tengo a ribadire come già scritto varie volte che quello da me proposto, è un sistema e non il solo sistema. Certamente ce ne saranno stati altri e ovviamente, l'uno non esclude l'altro.

PUGNOOO! No sul muso: nel senso PAUSA.

Nessuna dissertazione tecnica o penna squartata in questo post: GIURO! Magari nei prossimi.
M'è venuta un'idea, che poi se n'è tirata dietro un'altra. Forse son caz...te, ma chissà...
Pensando a questo tormentone della celluloide, mi chiedevo: "dovrebbe pur esserci qualcuno in vita che ha lavorato in questo campo e che potrebbe raccontarci cose".
Se lo si individuasse, si potrebbe tassarci di qualche euro e pagargli una giornata, vitto e alloggio, perché ci racconti come si lavorava la celluloide in produzione.
Poi ho pensato: "e perché limitarsi solo alla celluloide?" ci sono un sacco di cose che riguardano il mondo della stilografica e che a me, ma credo non solo a me, piacerebbe un sacco conoscere.
Non sarebbe carino provare ad organizzare una serie di questi seminari "ruspanti", condotti da chi "stava sul pezzo", mica dai luminari.
Magari ci si potrebbe appoggiare a qualcuno con già un'organizzazione, tipo quelli della rivista "Penna". Si potrebbe poi scrivere degli articoli su quanto emerge. Penso anche alla nuova rivista di Riccardo....
Che dite? Mi son bevuto il cervello? Giuro però che la pensata m'è venuta "nature", senza pasticche, fumo, sniffi od altro.
 :set2010054: :set2010054: :set2010054: :set2010054: :set2010054:



Idea interessante,
forse basterebbe una intervista fatta bene e registrata su video,
e poi il video lo si potrebbe caricare sul forum per la gioia di tutti gli utenti.

Quoto :set2010001:

Vediamo di utilizzare la moderna tecnologia e i moderni mezzi a ns. favore

Offline mccagly

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 3509
  • Sesso: Maschio
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #207 il: Gennaio 08, 2012, 22:08:34 pm »
Nessuna idea sul rintracciamento dell'artigiano giusto  ?

 :set2010021:

By the way:

con questa risposta "Celluloide a spirale - Tra mito e realtà" è diventato il 1° topic per numero di risposte.

Un'applauso al lavoro e all'interesse di tanti AMICI.

 :set2010001:

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9061
  • Sesso: Maschio
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #208 il: Gennaio 09, 2012, 10:09:29 am »
Nessuna idea sul rintracciamento dell'artigiano giusto  ?

By the way:

con questa risposta "Celluloide a spirale - Tra mito e realtà" è diventato il 1° topic per numero di risposte.

Un'applauso al lavoro e all'interesse di tanti AMICI.

Chi è esperto in ricerche d'archivio dovrebbe, per partire, rintracciare le vecchie aziende produttrici. Poi....viene il difficile. Mettere un annuncio sui quotidiani non mi sembra il caso.....
 :set2010037:

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9061
  • Sesso: Maschio
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #209 il: Gennaio 09, 2012, 11:16:49 am »
Spirale a parte, mi rendo conto che le cose che non conosco sulle tecniche di preparazione delle celluloide sono davvero tante: Naturalmente parlo per me, ma mi accorgo che sono moltissimi gli spazi oscuri.
Quello che mi sento di avere non solo compreso, ma anche di avere chiaro nella tecnica di produzione, riguarda la celluloide tipo "Arco" e quella "Vacumatic". Sapendo che esisteva il materiale in fogli, è abbastanza intuitivo pensare d'impilarli ed ottenere, a seconda dell'orientamento del taglio, il disegno desiderato.
C'ha poi pensato Riccardo con il suo impagabile esempio pratico a mostrare nel dettaglio le modalità operative per raggiundere il prodotto finito.
E' venuto poi automatico assimilare a quella illustrata anche la tecnica per produrre la celluloide "a gabbia" utilizzata per i serbatoi trasparenti e, con una doppia lavorazione, quella nota come "Spider web".
Ma proprio l'altra sera, con in mano uno stilofaro Omas, ecco farsi strada il tarlo del dubbio:
Se vi capita di osservarne uno, ma anche un'Aurora 88, potrete constatare che le sbarre non è che sembrino proprio disegnate da un geometra meticoloso: sia l'andamento rettilineo che lo spessore, entro certi limiti, non sono affatto rigorosi. Normalissimo direi; dato che non c'era alcun motivo per pretenderlo, è molto verosimilmente pensare che, la planarità dei fogli, le modalità d'incollaggio, l'azione della pressa, possano avere determinato tali imprecisioni, irrilevanti sul risultato estetico.
Quello che però non mi torna è che queste deroghe sono sempre abbastanza contenute, mentre se si andasse a mettere in pratica lo schemino che ho preparato, si avrebbero delle righe nei pressi dei poli decisamente più larghe di quelle prossime all'equatore, anche perché - colori a parte - saremmo ancora nel caso della celluloide "Arco".
Sicuramente le cose migliorerebbero molto realizzando una rigatira più sottile e più fitta, ma direi che il mio disegno non è distantissimo dalle proporzioni reali.
Dunque?
Dunque c'è qualcosa che a me sfugge, perché non riesco a pansare che le barre o tubi venissero rigati con inserti radiali: vi rendete conto delle difficoltà e dei costi?
E' pur vero che esistono penne ricavate da barre sulle quali sono stati ricavati intarsi longitudinali ove poi incollare inserti di colore differente. Se guardate le Omas sulla copertina di "Penne da collezione" direi che non possono esserci dubbi sulle modalità di realizzazione. Ma non per niente sono penne rarissime, realizzate in una scarsissimo numero d'esemplari, forse sperimentalmente o quasi. E se ne compende facilmente il motivo.
Non vorrei aver sparato la classica fucilata nel pollaio.... o forse sì...    

Tags:
 

       
Twittear