Autore Topic: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà  (Letto 41695 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11667
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #165 il: Dicembre 31, 2011, 01:07:27 am »
Ma allora non leggete! ho spiegato per filo e per segno il perché e il percome del risultato ottenuto...

 :set2010027: :set2010027: :set2010027:

 :set2010032: :set2010032: :set2010032:

Riccardo, son sicuro di aver capito come hai ottenuto la barra, la tua spiegazione è chiarissima, nonchè le fotografie. E per questo ti faccio ancora i complimenti.
Ora non so se il tuo metodo era quello utilizzato anni addietro, forse uno dei vari metodi utilizzati. Tuttavia in questo topic sono state mostrate penne d'epoca realizzate "a spirale", molto probabilmente da lastra "arrotolata", quindi realizzate con procedimento diverso dal tuo.
Giusto in questi giorni mi sono messo a pulire una vecchia stilografica giapponese in celluloide. Con sorpresa ho scoperto che anche questa giapponesina è stata realizzata "a spirale". La linea di giunzione si sviluppa a spirale, basta evidenziarla e seguirla facendo ruotare la penna sul proprio asse.

Io non credo di essere stato compreso ma comunque sia, è giusto che tutti abbiano una propria opinione.
Il mio rammarico e che nonostante tutto l'impegno e la fatica spese fino ad ora, non sia riuscito a far comprendere come avviene lo sviluppo della spirale.
Detto per inciso io ho dei tubi (uno già mostrato) dove si vede benissimo che la spirale non è a passo regolare e continuo ma bensì a passo irregolare e discontinuo (con tanto di interruzione) e questo a dimostrare la validità dello stesso percorso che ho sviluppato.

La sola lunghezza di un cappuccio o di un corpo non permette di apprezzare questa peculiarità.

Offline sbroglia

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 2530
  • Sesso: Maschio
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #166 il: Gennaio 01, 2012, 10:16:32 am »
Sono mancato pochi giorni dal forum e guarda chebavete combinato!!!

Servizio fotografico tecnico meraviglioso
Non penso ce ne sia un'altro in rete che spieghi la tecnica in questo modo

E visto il metodo mi sembrerebbe una follia pensare ancora che il foglio di celluloide venisse arrotolato su di un uncinetto come i maccarones de busa e poi venissero ulteriormente lavorati

Questo processo ha valenza industriale e non artigianale e puo' essere replicato all'infinito con risultati sempre diversi ( che poi e' quello che cercavano i produttori) con possibilita' di fasce di prezzo diversificate in funzione delle necessita del committente. 

Gran bel lavoro!!!

Grazie

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9082
  • Sesso: Maschio
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #167 il: Gennaio 01, 2012, 15:31:57 pm »
Sono mancato pochi giorni dal forum e guarda chebavete combinato!!!

Servizio fotografico tecnico meraviglioso
Non penso ce ne sia un'altro in rete che spieghi la tecnica in questo modo

E visto il metodo mi sembrerebbe una follia pensare ancora che il foglio di celluloide venisse arrotolato su di un uncinetto come i maccarones de busa e poi venissero ulteriormente lavorati

Questo processo ha valenza industriale e non artigianale e puo' essere replicato all'infinito con risultati sempre diversi ( che poi e' quello che cercavano i produttori) con possibilita' di fasce di prezzo diversificate in funzione delle necessita del committente.  

Gran bel lavoro!!!

Grazie
:set2010037: :set2010037: :set2010037:
Gente, scrivo questa, poi giuro che la pianto lì, perché alla fine è giusto che ognuno sia libero di conservare le proprie idee.
Allora, per realizzare la barra composita Riccardo è partito da dei parallelepipedi di celluloide di diverso colore, i cui lati sono stati rettificati (fig. 3) per essere perfettamente piani e combaciare prima di essere incollati (figg. 9, 10, 11). Ok?
Le linee che demarcano sulla barra il passaggio da un colore all'altro segnano dunque l'intersezione di un piano (quello dell'incollaggio) con un cilindro (la barra) e generano delle ellissi. Ok, sin qui?
Siamo dunque, né più, né meno nel 1° schema (figura a sinistra) del mio brutto disegno, che ripropongo, fatto quando si era alla ormai remota pagina 2 di questo topic. Ancora tutto ok? Spero di sì.
Osservando ora il 2° schema (figura di destra), che rappresenta invece l'andamento della giunzione delle penne che abbiamo definito "a spirale", si può notare che non è possibile individuare un piano che possa separare il cilindro lungo la linea della spirale. Ciò semplicemente perché non c'è unione tra due parti, ma solo tra i due lati di un'unica "tagliatella" di celluloide.
In altre parole: se qualcuno riesce a segare in due una di queste penne tagliandola lungo la spirale, mi mangio il cappello, come diceva Paperone.

 

Offline Macchia Nera

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 360
  • Sesso: Maschio
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #168 il: Gennaio 01, 2012, 16:28:37 pm »
:set2010037: :set2010037: :set2010037:
Gente, scrivo questa, poi giuro che la pianto lì, perché alla fine è giusto che ognuno sia libero di conservare le proprie idee.
Allora, per realizzare la barra composita Riccardo è partito da dei parallelepipedi di celluloide di diverso colore, i cui lati sono stati rettificati (fig. 3) per essere perfettamente piani e combaciare prima di essere incollati (figg. 9, 10, 11). Ok?
Le linee che demarcano sulla barra il passaggio da un colore all'altro segnano dunque l'intersezione di un piano (quello dell'incollaggio) con un cilindro (la barra) e generano delle ellissi. Ok, sin qui?
Siamo dunque, né più, né meno nel 1° schema (figura a sinistra) del mio brutto disegno, che ripropongo, fatto quando si era alla ormai remota pagina 2 di questo topic. Ancora tutto ok? Spero di sì.
Osservando ora il 2° schema (figura di destra), che rappresenta invece l'andamento della giunzione delle penne che abbiamo definito "a spirale", si può notare che non è possibile individuare un piano che possa separare il cilindro lungo la linea della spirale. Ciò semplicemente perché non c'è unione tra due parti, ma solo tra i due lati di un'unica "tagliatella" di celluloide.
In altre parole: se qualcuno riesce a segare in due una di queste penne tagliandola lungo la spirale, mi mangio il cappello, come diceva Paperone.

Tranquillo, il cappello non dovrai mai mangiarlo, Ignazio  :set2010001:
Quanto da te scritto e illustrato non è nemmeno opinabile!

Volevo aggiungere che la lunghezza di un corpo penna, addirittura di un cappuccio, sono sufficienti per osservare lo sviluppo della spirale.

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11667
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #169 il: Gennaio 01, 2012, 16:45:20 pm »
Mi dispiace ma siete in errore e continuate ad esserlo e con molto dispiacere, noto che continuate a non osservare le fotografie e non leggere con la dovuta attenzione le spiegazioni che ho dato.
Infatti ho spiegato entrambi i fatti e se faceste la prova come l'ho fatta io, vi si illuminerebbe la classica lampadina come ad Archimede.

Voglio vedere come fate ad avere una spirale definita più lunga del corpo che la contiene. E anche vedere come fate ad avere una fetta ellittica non tagliata per il proprio asse ma per la diagonale a 45°.

Se ci riuscite il cappello stavolta me lo mangio io (di cioccolato).

Quello che ho fatto, è un ibrido che contiene i due esempi ricorrendo ad un artifizio, però adesso dovete capirlo da soli e per farlo siete obbligati a guardare con attenzione le fotografie, c'è tutto.

Semplificando, io per vedere e dire, ho fatto (anche se già lo sapevo, come ho sempre detto).
Ora provate voi a fare la stessa cosa e sono sicuro che cambierete idea.

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11667
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #170 il: Gennaio 02, 2012, 16:10:47 pm »
 :set2010001:

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9082
  • Sesso: Maschio
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #171 il: Gennaio 02, 2012, 16:29:52 pm »
:set2010001:
:set2010090: :set2010090: :set2010090:
Ben fatto!
Lo spostamento era opportuno per la collocazione ormai divenuta impropria, ma anche per valorizzare questo dibattito che ha appassionato tantissimo una buona parte degli utenti del forum stabilendo, forse, il record dei post.
Che mi auguro non siano neppure finiti.....

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11667
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #172 il: Gennaio 02, 2012, 17:03:25 pm »
:set2010001:
:set2010090: :set2010090: :set2010090:
Ben fatto!
Lo spostamento era opportuno per la collocazione ormai divenuta impropria, ma anche per valorizzare questo dibattito che ha appassionato tantissimo una buona parte degli utenti del forum stabilendo, forse, il record dei post.
Che mi auguro non siano neppure finiti.....

Spero di aver fatto un buon lavoro!

:set2010057:

Offline mccagly

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 3509
  • Sesso: Maschio
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #173 il: Gennaio 02, 2012, 17:14:58 pm »
Riccardo,

gran bel lavoro .... certo che ne abbiamo fatto di CASINO  !!!

Sarà sicuramente di non facile lettura per i pennofili di tutto il mondo (ammesso che arrivino a vederlo),
a noi interessa poco, stiamo tornando all'Autarchia e FACCIAMO TUTTO DA SOLI.

 :set2010001:

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11667
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #174 il: Gennaio 02, 2012, 17:21:32 pm »
Riccardo,

gran bel lavoro .... certo che ne abbiamo fatto di CASINO  !!!

Sarà sicuramente di non facile lettura per i pennofili di tutto il mondo (ammesso che arrivino a vederlo),
a noi interessa poco, stiamo tornando all'Autarchia e FACCIAMO TUTTO DA SOLI.

 :set2010001:

Esatto noi siamo per l'autarchia ma per i linguisticamente ed intellettualmente limitati collezionisti stranieri, c'è la rivista elettronica.
Non permettiamoli di sporcare questa esclusiva nicchia con il loro inglese!

 :set2010080: :set2010080: :set2010080:

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11667
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #175 il: Gennaio 02, 2012, 17:57:47 pm »
Vediamo se con l'ausilio di questi tre esempi, riesco a spiegarmi meglio.

Questo è ciò che si deve fare per ottenere una barra o tubo spiralato nel modo classico e più diffuso. Dopo l'unione delle varie sezioni, si procede a tagliare la porzione interessata con l'inclinazione (+/-) dell'esempio. 
L'ampiezza del passo della spirale, dipende dalla larghezza delle sezioni.



Per ottenere una barra o tubo spiralato con un principio di arco si procede nel medesimo modo ma il taglio verrà effettuato ruotando il tutto di circa 90°.
L'effetto arco sarà più o meno pronunciato in base alla larghezza e spessore delle varie sezioni.
(Questo è ciò che abbiamo fatto noi, con la produzione della barra spiralata + arco).



Questo è il medesimo esempio ma girando il soggetto di altri 90° al fine di poter avere la stessa visione dell'immagine successiva e inerente al taglio con seghetto dello sbozzato.
I puntini rossi della prima immagine, segnano i vari punti in cui le sezioni andando a morire, produrranno dopo la tornitura l'effetto arco ampiamente documentato.




Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9082
  • Sesso: Maschio
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #176 il: Gennaio 02, 2012, 22:18:12 pm »
Eccoci pronti per una nuova sevizie ai poveri resti di una penna spiralata, condotta - è bene dirlo - in nome della conoscenza.
Che succede dunque se si taglia una penna lungo la spirale?
La prima cosa che succede è che si fa fatica, perché la lama, usata di piatto, tende a seguire traiettorie rettilinee, mentre qui siamo costantemente in una curva.
Terminato il taglio, sulla parte posteriore occorre togliere l'inserto dove è alloggiato il pulsantino di fondo.
Acetone ed un pò di pazienza fanno superare quest'ostacolo.
Chi si aspetterebbe che a questo punto la ex penna si divida in due metà resterebbe deluso; ci troviamo in mano un tubetto con una scanalatura che ricorda da vicino la spirale di una safety.
Ma adesso passiamo alla seconda parte dell'esperimento, per la quale Ignazio si arma di una pistola termica Bosch, di quelle che si usano per togliere la vernice e che, a seconda del posizionamento del selettore, sparano aria a 300 o 500 gradi (solo delle menti teutoniche hanno potuto ritenere necessario corredare l'attrezzo dell'avvertenza che non deve essere usato come asciugacapelli!).
Inizio dunque ad irrorare la malcapitata ex penna con una brezza a 300°.
Trascorso grossomodo un minuto, saggio la consistenza della celluloide, riuscendo a raddrizzarla con le mani senza alcun problema: è diventata morbida ed abbastanza malleabile.
Dato che nel frattempo si è notevolmente raffreddata, torno a scaldarla nuovamente, dopodiché la colloco tra due pezzi di legno piani esercitando un pò di pressione.
Il risultato è quello che vedete nella foto: un parallelepipedo regolare con angoli di 60 e 120°, ad occhio e croce.
E' da rimarcare che il materiale non ha perso minimamente la sua lucentezza né subito alcuna alterazione del colore, nonostante la temperatura a cui è stato sottoposto fosse circa il triplo di quella raggiungibile con una bollitura in acqua.
Conclusioni non ne traggo, non è un esperimento che volesse dimostrare qualcosa; solo il resoconto oggettivo dei risultati.

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11667
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #177 il: Gennaio 03, 2012, 14:39:49 pm »
Complimenti Ignazio! se ci fai caso, hai ottenuto esattamente quello che mio padre ed io ti abbiamo descritto durante la lunga e interessante telefonata di qualche giorno fa.

Sei riuscito a spianarla perché pur avendo la "pistola" che scalda l'aria a oltre 300° la celluloide, non è andata oltre i 140°

Al di la di tutto questo, gran bel lavoro!
 
:set2010001:

Offline mccagly

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 3509
  • Sesso: Maschio
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #178 il: Gennaio 03, 2012, 14:54:06 pm »
Umani,

siamo circondati da ALIENI  !!!

Giocano con la celluloide come noi con gli spaghetti.

 :set2010027:

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 9082
  • Sesso: Maschio
Re: Celluloide a spirale - Tra mito e realtà
« Risposta #179 il: Gennaio 03, 2012, 15:13:19 pm »
Umani,

siamo circondati da ALIENI  !!!

Giocano con la celluloide come noi con gli spaghetti.

 :set2010027:
Pensa che voi vi nutrite e noi si rischia di piglià fuoco....
D'altra parte ognuno cerca soddisfazione come meglio crede.
In compenso siamo tutti magri: la celluloide 'un si mangia e l'ebanite nemmeno.

Tags:
 

       
Twittear