Autore Topic: Visconti Urushi - La penna della terra di mezzo  (Letto 2806 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11256
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Visconti Urushi - La penna della terra di mezzo
« il: Marzo 04, 2010, 17:43:03 pm »
Prendiamo l'innovazione e la tradizione italiana, buttiamole in un grande pentolone giriamo a fuoco lento e poi a metà cottura mettiamo sul fuoco l'antica maestria giapponese nell'utilizzo della lacca... facciamo cuocere ancora qualche minuto e otteniamo una Visconti Urushi!

Si perché la Visconti Urushi parafrasando il Signore degli Anelli è un pochino la terra di mezzo delle penne dove il meglio di questi due mondi così lontani e diversi si unisco e si fondono per dare vita ad una delle penne più singolari ed eclettiche del vecchio millennio.

Venne prodotta da Visconti dal 1989 al 1992 ed erano disponibili soltanto 100 pezzi all'anno.
Costruita completamente in ebanite era poi successivamente laccata nera o rossa



è una penna moderna con chiari contenuti retrò, bella ed elegante come poche altre o si ama o si odia senza tante vie di mezzo...
Io personalmente ho una passione per questa penna e a dire la verità spero anche voi.



Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11256
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
R: Re:Visconti Urushi - La penna della terra di mezzo
« Risposta #1 il: Giugno 26, 2013, 18:25:59 pm »
Ho trovato scartabellando sul forum questo vecchio post di Riccardo, ed ho pensato
di mostrarvi anche questa Visconti Urushi di colore verde...
Ho interpellato in proposito l'amico Luigi Poli, uno dei due fondatori della Visconti,
il quale mi ha precisato che di questo colore ne sono state prodotte solo 25, su sua
ordinazione ma che anche le rosse e le nere sono molte meno delle 100 annue
dichiarate ( e all'epoca ordinate ) in quanto quel gia' allora vecchissimo artigiano
non riusciva a produrne di piu' (circa 35/40 l'anno) dato che le faceva una per
una da solo...
 Da notare la perfezione della lavorazione, nonostante gli anni e l'uso si riesce a
stento a distinguere la separazione tra il corpo e la cupoletta finale, la chiamo cosi' perche'
non serve per il caricamento ma solo per chiudere ed aprire il flusso dell'inchiostro
tramite un piccolo cono finale che va a occludere la parte alta della sezione...
Naturalmente il caricamento e' di tipo eyedropper

Luigi Poli è stato per molti anni la vera anima e cuore della Visconti. Ebbi modo di vedere una Urushi verde qualche tempo fa e poi zero, questa anche se soltanto in foto è la seconda che vedo.

Sent from Motorola Xoom using Tapatalk 2


Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 8769
  • Sesso: Maschio
Re:Visconti Urushi - La penna della terra di mezzo
« Risposta #2 il: Giugno 26, 2013, 18:33:22 pm »
Ho trovato scartabellando sul forum questo vecchio post di Riccardo, ed ho pensato
di mostrarvi anche questa Visconti Urushi di colore verde...
Ho interpellato in proposito l'amico Luigi Poli, uno dei due fondatori della Visconti,
il quale mi ha precisato che di questo colore ne sono state prodotte solo 25, su sua
ordinazione ma che anche le rosse e le nere sono molte meno delle 100 annue
dichiarate ( e all'epoca ordinate ) in quanto quel gia' allora vecchissimo artigiano
non riusciva a produrne di piu' (circa 35/40 l'anno) dato che le faceva una per
una da solo...
 Da notare la perfezione della lavorazione, nonostante gli anni e l'uso si riesce a
stento a distinguere la separazione tra il corpo e la cupoletta finale, la chiamo cosi' perche'
non serve per il caricamento ma solo per chiudere ed aprire il flusso dell'inchiostro
tramite un piccolo cono finale che va a occludere la parte alta della sezione...
Naturalmente il caricamento e' di tipo eyedropper
Secondo me se cerchi bene bene te n'esce fuori anche una gialla....

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11256
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Visconti Urushi - La penna della terra di mezzo
« Risposta #3 il: Giugno 26, 2013, 19:42:37 pm »
Ho trovato scartabellando sul forum questo vecchio post di Riccardo, ed ho pensato
di mostrarvi anche questa Visconti Urushi di colore verde...
Ho interpellato in proposito l'amico Luigi Poli, uno dei due fondatori della Visconti,
il quale mi ha precisato che di questo colore ne sono state prodotte solo 25, su sua
ordinazione ma che anche le rosse e le nere sono molte meno delle 100 annue
dichiarate ( e all'epoca ordinate ) in quanto quel gia' allora vecchissimo artigiano
non riusciva a produrne di piu' (circa 35/40 l'anno) dato che le faceva una per
una da solo...
 Da notare la perfezione della lavorazione, nonostante gli anni e l'uso si riesce a
stento a distinguere la separazione tra il corpo e la cupoletta finale, la chiamo cosi' perche'
non serve per il caricamento ma solo per chiudere ed aprire il flusso dell'inchiostro
tramite un piccolo cono finale che va a occludere la parte alta della sezione...
Naturalmente il caricamento e' di tipo eyedropper
Secondo me se cerchi bene bene te n'esce fuori anche una gialla....

anche a pois e a righe

Offline Marlowe

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1504
  • Sesso: Maschio
  • My favourite things (John Coltrane)
Re:Visconti Urushi - La penna della terra di mezzo
« Risposta #4 il: Giugno 27, 2013, 00:09:09 am »
Torno alla penna, che è decisamente un capolavoro.

Offline Giovanni Abrate

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 959
  • Sesso: Maschio
    • Pentrace
Re:Visconti Urushi - La penna della terra di mezzo
« Risposta #5 il: Maggio 18, 2014, 14:40:30 pm »
Penna meravigliosa! Capolavoro del grande e compianto Kaburagi. Io ne ho una delle primissime, che vedete nella foto (è quella in alto, l'altra è una Urushi Ban-Ei acquistata a Tokyo alcuni anni fa)


Online maxpen2012

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 865
  • Sesso: Maschio
Re:Visconti Urushi - La penna della terra di mezzo
« Risposta #6 il: Maggio 18, 2014, 21:16:34 pm »
Tempo fa in questo vecchio topic avevo messo anche una foto di una Urushi del
Maestro Kaburagi prodotta per la neonata Visconti, che però non si chiamava ancora
così ( mi sembra che il nome fosse "Office Dream" o qualcosa del genere ).
Questa penna a detta di uno dei due fondatori della Visconti, che conosco bene,
fu eseguita da quel bravissimo artigiano nipponico, giá allora molto anziano, in
pochissimi esemplari, in una lacca di colore verde, per sperimentare un nuovo
colore. L'amico cui accennavo mi ha poi assicurato che ne furono prodotte alcune
anche in un color arancione simile a quello delle Parker Big Red, che però non ho
mai visto...Rimetto comunque qui le foto per il nuovo amico Giovanni Abrate, dal
momento che queste penne gli piacciono, per dargli il benvenuto anche da parte mia...

Offline Giovanni Abrate

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 959
  • Sesso: Maschio
    • Pentrace
Re:Visconti Urushi - La penna della terra di mezzo
« Risposta #7 il: Maggio 18, 2014, 21:27:27 pm »
Tempo fa in questo vecchio topic avevo messo anche una foto di una Urushi del
Maestro Kaburagi prodotta per la neonata Visconti, che però non si chiamava ancora
così ( mi sembra che il nome fosse "Office Dream" o qualcosa del genere ).
Questa penna a detta di uno dei due fondatori della Visconti, che conosco bene,
fu eseguita da quel bravissimo artigiano nipponico, giá allora molto anziano, in
pochissimi esemplari, in una lacca di colore verde, per sperimentare un nuovo
colore. L'amico cui accennavo mi ha poi assicurato che ne furono prodotte alcune
anche in un color arancione simile a quello delle Parker Big Red, che però non ho
mai visto...Rimetto comunque qui le foto per il nuovo amico Giovanni Abrate, dal
momento che queste penne gli piacciono, per dargli il benvenuto anche da parte mia...

Foto graditissima: grazie! Hai perfettamente ragione, la ditta si chiamava Office Dream. Molto inusuale il colore verde!!! L'arancione tipo Big Red è, invece, abbastanza comune. Ne ho una anche io, una Urushi a forma di bambù. Daltronde la Big Red si era ispirata alla lacca orientale, così come la Mandarin Yellow.

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11256
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Visconti Urushi - La penna della terra di mezzo
« Risposta #8 il: Maggio 18, 2014, 21:29:01 pm »
So che la versione nera venne realizzata anche con banda in oro massiccio 14kt

Inviato tramite Android device con Tapatalk 4


Offline Giovanni Abrate

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 959
  • Sesso: Maschio
    • Pentrace
Re:Visconti Urushi - La penna della terra di mezzo
« Risposta #9 il: Maggio 25, 2014, 18:53:59 pm »
Tempo fa in questo vecchio topic avevo messo anche una foto di una Urushi del
Maestro Kaburagi prodotta per la neonata Visconti, che però non si chiamava ancora
così ( mi sembra che il nome fosse "Office Dream" o qualcosa del genere ).
Questa penna a detta di uno dei due fondatori della Visconti, che conosco bene,
fu eseguita da quel bravissimo artigiano nipponico, giá allora molto anziano, in
pochissimi esemplari, in una lacca di colore verde, per sperimentare un nuovo
colore. L'amico cui accennavo mi ha poi assicurato che ne furono prodotte alcune
anche in un color arancione simile a quello delle Parker Big Red, che però non ho
mai visto...Rimetto comunque qui le foto per il nuovo amico Giovanni Abrate, dal
momento che queste penne gli piacciono, per dargli il benvenuto anche da parte mia...

Foto graditissima: grazie! Hai perfettamente ragione, la ditta si chiamava Office Dream. Molto inusuale il colore verde!!! L'arancione tipo Big Red è, invece, abbastanza comune. Ne ho una anche io, una Urushi stile Duofold. D'altronde la Big Red si era ispirata alla lacca orientale, così come la Mandarin Yellow. Quella nella foto è una Urushi Ban-ei flat top.




Tags:
 

       
Twittear