Autore Topic: La prima caccia 2017 !! e spero il mio primo restauro  (Letto 175 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online stefano_R

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 258
  • Sesso: Maschio
La prima caccia 2017 !! e spero il mio primo restauro
« il: Aprile 30, 2017, 16:46:00 pm »
Cari amici,
l'invidia per i vostri "ritrovamenti" o "cacciette" oggi potrebbe avere avuto una piccola rivincita...
Ho infatti ritrovato su un banco di cianfrusaglie e paccottiglie varie, sola soletta, in un angolo dentro una scatola, una penna che mi guardava....
Per pochi euro sono riuscito a portarla a casa, nonostante fosse del tutto a me sconosciuta, priva di marchi importanti di riconoscimento e con un pennino diviso a metà.......
Ma leggendo delle mirabolanti imprese dei vostri restauri mi sono detto....."facciamolo"!
Adesso però avrei proprio bisogno del vostro aiuto: sapete dirmi se la conoscete? qualche dato? informazioni tecniche e come poter metterci le manine per recuperarla alla vita? Almeno capire che tipo di pennino poter montare, ma soprattutto.... come farlo?
L'ho aperta svitandola (era facile) e vi mostro l'interno ed i componenti nelle foto; non mi sembra che vi sia un serbatoio di alcun tipo, quindi...??
Le uniche scritte sono NOBILE 18 K.R. sul corpo prima della parte svitabile per fare uscire il pennino (1/2) e 18KR sulla clip oltre ad un punzone non riconoscibile a pieno tipo FB (per me).
La decorazione sul cappuccio sembra comunque pregevole, con gigli all'interno di un cerchio ed altri elementi vagamente "gotico-floreali".
Help me!!!  (soprattutto Tubi the great...)



Online pedewall

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 1386
  • Sesso: Maschio
Re:La prima caccia 2017 !! e spero il mio primo restauro
« Risposta #1 il: Aprile 30, 2017, 23:36:23 pm »
Penna rientrante abbastanza "hard to find", prodotta e distribuita da Kosca, pennino Nobile (difficile da trovare), commemorava e ricordava le imprese del comandante Umberto Nobile.
Punzone, se visibile,  una K che interseca una S con una & nel mezzo, posto nella clip a cucchiaino.

Non dovrebbe essere difficile da restaurare e ridarle dignità, con esclusione della lamina.

Pag 181 del mio libro ne vedi tre, quella a destra quasi uguale alla tua EC (end covered), la mia LEC (low end covered).

Cedo la mano al Tubi.

Online stefano_R

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 258
  • Sesso: Maschio
Re:La prima caccia 2017 !! e spero il mio primo restauro
« Risposta #2 il: Maggio 01, 2017, 10:08:39 am »
Grazie mille Paolo per la precisa spiegazione ! In effetti la terza nella foto del tuo libro è molto simile alla mia. Vediamo se il Tubi riesce a consigliarmi un pennino adeguato, ma soprattutto come fare...... Grazie ancora.


Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk

Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 8501
  • Sesso: Maschio
Re:La prima caccia 2017 !! e spero il mio primo restauro
« Risposta #3 il: Maggio 01, 2017, 14:16:26 pm »
Come ti ha risposto il nostro espertissimo Pedewall, trovare il pennino Nobile è molto difficile da reperire, ma per prima cosa cerca di decifrare la scritta sul pennino presente, perché, a mio parere, è tutt'altro che impossibile che fosse un generico "Warranted", assai più semplice da reperire. Grandi marchi esclusi, è infatti assai frequente che le case montassero pennini col proprio marchio e se l'hanno fatto spesso e volentieri è stato in un epoca più avanzata; di Fendograph, per esempio, esistono pennini omonimi, ma la stragrande maggioranza delle penne che si ritrovano montano pennini "universali", come appunto gli "Warranted". Riassumendo, fossi in te cercherei uno di questi pennini e con questo completerei la penna, e ti assicuro che sarebbe un'accoppiata tutt'altro che blasfema. Se poi in futuro capitasse un pennino Nobile, tanto meglio.
Venendo al resto, è indispensabile sostituire la spirale rotta: anche quella puoi trovarla da qualche riparatore fornito, con un passaparola sul forum oppure cercando qualche penna di questo tipo, anche nuda e magari rotta, dalla quale recuperarla. Per la ricerca devi misurarne la lunghezza ed il diametro, tenendo poi presente che si tratta del tipo "a doppia cava elicoidale" e non integrata  con l'alberino del fondello. Nel frattempo dovrai eliminare la spina di metallo che la rendeva solidale all'alberino e che si vede presente nello stesso. Non è facilissimo per l'ossidazione che senz'altro la terrà bloccata. Puoi utilizzare due tecniche: la prima, rapida, ma che presuppone una certa sensibilità per il potenziale rischio, consiste nello scaldare il più localmente possibile la parte e tirarla fuori con l'aiuto di una pinza piccola oppure spingendola dal lato opposto con un sottile punzone. Non provare nemmeno a tirarla senza scaldare perché si deteriorerebbe sicuramente la piccola parte sporgente precludendoti la possibilità di afferrarla dopo avere scaldato.
La seconda possibilità è decisamente più tranquilla ma comporta pazienza, tempi lunghi e la necessità di procurarsi del Cloruro ferrico: un tempo era molto facile da reperire nei negozi di componenti elettronici in quanto veniva utlizzato per la realizzazione dei circuiti stampati. Ora è andato in disuso, ma non dovrebbe essere proibitivo trovarlo: alla peggio ricorri alla rete, dove si trova senza problemi.
Se opti per questo metodo togli via la parte sporgente con una limetta, sfila l'alberino tirando il fondello, ed immergi la parte con la spina nel Cloruro ferrico che provvederà a corroderla facendola sparire. Di tanto in tanto "ravviva" il metallo con un cacciavite da orologiaio in modo da esporre all'azione del Cloruro il metallo pulito: ti farà risparmiare tempo.
Per il momento hai compiti a sufficienza, il seguito alla prossima puntata.

Offline Resvis71

  • Pennemoderne
  • Hero Member
  • ********
  • Post: 694
  • Sesso: Maschio
Re:La prima caccia 2017 !! e spero il mio primo restauro
« Risposta #4 il: Maggio 05, 2017, 00:35:16 am »
Come ti ha risposto il nostro espertissimo Pedewall, trovare il pennino Nobile è molto difficile da reperire, ma per prima cosa cerca di decifrare la scritta sul pennino presente, perché, a mio parere, è tutt'altro che impossibile che fosse un generico "Warranted", assai più semplice da reperire. Grandi marchi esclusi, è infatti assai frequente che le case montassero pennini col proprio marchio e se l'hanno fatto spesso e volentieri è stato in un epoca più avanzata; di Fendograph, per esempio, esistono pennini omonimi, ma la stragrande maggioranza delle penne che si ritrovano montano pennini "universali", come appunto gli "Warranted". Riassumendo, fossi in te cercherei uno di questi pennini e con questo completerei la penna, e ti assicuro che sarebbe un'accoppiata tutt'altro che blasfema. Se poi in futuro capitasse un pennino Nobile, tanto meglio.
Venendo al resto, è indispensabile sostituire la spirale rotta: anche quella puoi trovarla da qualche riparatore fornito, con un passaparola sul forum oppure cercando qualche penna di questo tipo, anche nuda e magari rotta, dalla quale recuperarla. Per la ricerca devi misurarne la lunghezza ed il diametro, tenendo poi presente che si tratta del tipo "a doppia cava elicoidale" e non integrata  con l'alberino del fondello. Nel frattempo dovrai eliminare la spina di metallo che la rendeva solidale all'alberino e che si vede presente nello stesso. Non è facilissimo per l'ossidazione che senz'altro la terrà bloccata. Puoi utilizzare due tecniche: la prima, rapida, ma che presuppone una certa sensibilità per il potenziale rischio, consiste nello scaldare il più localmente possibile la parte e tirarla fuori con l'aiuto di una pinza piccola oppure spingendola dal lato opposto con un sottile punzone. Non provare nemmeno a tirarla senza scaldare perché si deteriorerebbe sicuramente la piccola parte sporgente precludendoti la possibilità di afferrarla dopo avere scaldato.
La seconda possibilità è decisamente più tranquilla ma comporta pazienza, tempi lunghi e la necessità di procurarsi del Cloruro ferrico: un tempo era molto facile da reperire nei negozi di componenti elettronici in quanto veniva utlizzato per la realizzazione dei circuiti stampati. Ora è andato in disuso, ma non dovrebbe essere proibitivo trovarlo: alla peggio ricorri alla rete, dove si trova senza problemi.
Se opti per questo metodo togli via la parte sporgente con una limetta, sfila l'alberino tirando il fondello, ed immergi la parte con la spina nel Cloruro ferrico che provvederà a corroderla facendola sparire. Di tanto in tanto "ravviva" il metallo con un cacciavite da orologiaio in modo da esporre all'azione del Cloruro il metallo pulito: ti farà risparmiare tempo.
Per il momento hai compiti a sufficienza, il seguito alla prossima puntata.

Olimpo  :set2010083:

Offline Resvis71

  • Pennemoderne
  • Hero Member
  • ********
  • Post: 694
  • Sesso: Maschio
Re:La prima caccia 2017 !! e spero il mio primo restauro
« Risposta #5 il: Maggio 05, 2017, 00:36:20 am »
Complimenti, Stefano, e buon lavoro!

Tags:
 

       
Twittear