Autore Topic: Recensione Pilot Justus  (Letto 291 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Fenomeno Zanio

  • Special Guest
  • Baby User
  • *********
  • Post: 29
  • Sesso: Maschio
Recensione Pilot Justus
« il: Gennaio 28, 2017, 16:52:09 pm »
Marca: Pilot
Modello: Justus 95
Varianti: rifiniture dorate o rodiate
Pennino: F in oro 14k
Sistema di caricamento: cartucce (proprietarie) / converter fornito in dotazione
Tipo di converter: CON-70, con capacità di 1,2 ml.
Cappuccio: ad avvitamento


Dati tecnici:
Peso: 28 gr. di cui 6 gr. impegnati dal converter (la cartuccia proprietaria ha, invece, un peso di 2 gr.)
Peso del solo fusto: 18 gr. (comprensivo di converter)
Peso del cappuccio: 10 gr.
Lunghezza da chiusa: 14,8 cm.
Lunghezza da aperta (senza cappuccio): 13,5 cm.
Lunghezza del pennino: 2,2 cm.
Spessore impugnatura: si va da 0,9 cm. in prossimità del pennino fino ad un massimo di 1 cm. in corrispondenza della filettatura di avvitamento


Significato del termine JUSTUS (dal latino):
- GIUSTO
- CONFORME ALLA LEGGE E AL DIRITTO.

Fenice: “Perfetta per una studentessa in giurisprudenza”
Fenomeno: “No, significa che è giusto che me la tenga io! Lo dice anche il nome GIUSTO!”


Nel panorama moderno la scelta di Pilot si rivela estremamente coraggiosa.
Dopo aver testato le reazioni del mercato attuale alla semi-flessibilità della Pilot Falcon (così chiamata per il caratteristico pennino “a becco di falco”) ha introdotto una penna decisamente innovativa: la Pilot Justus.
La caratteristica di questo esemplare è la possibilità di regolare - tramite una ghiera girevole posizionata a 0,8 cm. dalla giunzione del pennino - la flessibilità ovvero la rigidità del pennino stesso.
Come avviene tale “magia”? La ghiera in posizione H - hard, porta lo spostamento della lamina in prossimità della punta del pennino, creando un effetto rigido alla scrittura; per contro, posizionando la ghiera in posizione S - soft, la lamina si ritrae all’interno della giunzione tra impugnatura e pennino, consentendo una buona flessibilità del pennino medesimo.

Tuttavia Falcon e Justus sono servite a Pilot solo come “apri-pista”, perché successivamente ha immesso sul mercato la Pilot Custum 743 - FA nib, il cui pennino - tagliato ai lati - presenta ineguagliabili caratteristiche di morbidezza in fase di scrittura e una flessibilità del pennino rinvenibile esclusivamente in esemplari vintage di un certo livello (Ancora Zanio).


*   *   *


Estetica e design:
Se c’è una penna brutta-orrenda è la Pilot Custum 743 FA nib, anche se scrive divinamente.
La Justus ha una linea abbastanza armoniosa, dimensioni medio-grandi ed estremità tronche.
Su cappuccio e fusto è presente una serie di “zigrinature” molto discrete ma che al tatto risultano estremamente piacevoli, dando la sensazione di non scivolosità (contrariamente alla maggior parte delle penne che si contraddistinguono per la superficie in plastica liscia).
Tale particolarità viene omessa per l’area dedicata all’impugnatura.


Impugnatura:
Si presenta in plastica liscia ed ha uno spazio di 2,5 cm.
In realtà l’impugnatura è di 1,3 cm. prima di incontrare 0,4 cm. di ghiera e proseguire con 0,8 cm. di medesimo materiale liscio in direzione della base del pennino, tuttavia tale “interruzione” non pregiudica né la comodità né l’aderenza dei polpastrelli a tale sezione.


Particolarità:
- azionando la ghiera posta sull’impugnatura, si può ottenere o un pennino rigido o un pennino semi-flessibile. Dobbiamo però precisare che la rigidità non è da “rigor mortis” tipica di Lamy o di Delta (solo per citarne alcune, ma l’elenco potrebbe essere infinito). Il pennino in posizione H (hard) consente una scrittura leggermente molleggiata in caso di pressione in fase discendente;
- piacevole la sensazione tattile della zigrinatura in leggero rilievo su fusto e cappuccio.


Realizzazione e qualità:
Ottimi i materiali di realizzazione che danno la sensazione di robustezza e solidità.


Peso e dimensioni:
Non si può nascondere che la penna ha un peso rilevante: 18 gr. si sentono, soprattutto se si passa dalla Falcon o dalla 743 alla Justus nel giro di pochi minuti, tuttavia Pilot ha ben individuato la perfetta calibratura dei pesi il cui bilanciamento consente lunghe e ininterrotte sessioni di scrittura.
Per quanto attiene alle dimensioni, come avrete capito dall’incipit di questa recensione, la penna si presta tanto alle mani di un adulto quanto alle mani di un bambino.
La circonferenza di tale penna tuttavia non consente l’alloggiamento negli elastici di contenimento degli astucci scolastici in quanto questi ultimi si presentano di dimensioni insufficienti.
Da aperta con cappuccio posted arriva a 16,8 cm.; se ne consiglia pertanto l’uso con cappuccio calzato.
Le dimensioni del solo fusto sono sufficienti a garantire un’ottima comodità di scrittura, arrivando ad avere una sporgenza in coda, rispetto all’incavo della mano, di 3 cm.


Pennino e prestazioni:
Pennino H: il pennino si presenta rigido ma non manca la scorrevolezza. Si può registrare una piccola variazione di tratto a seguito di una leggera pressione in fase verticale discendente.
Pennino S: nel ruotare la ghiera fate attenzione a non svitare il fusto! Si rileva una maggiore marcatura del tratto, probabilmente dovuta ad un aumento di afflusso di inchiostro. Si ha la sensazione che vi sia altresì un aumento della scorrevolezza.
Il tratto risulta costante, privo di incertezze anche a seguito di scrittura “a sfioro” (sfiorando la carta anziché poggiare bene il pennino sul foglio) e mantiene le caratteristiche indicate (anche in termini di scorrevolezza) sia con scrittura frettolosa che nervosa.

Test di scrittura:
1) lasciata aperta sulla scrivania per 15 minuti: se si scrive un numero o una lettera si perdono i primi 9 mm di tratto poi riprende a scrivere normalmente senza incertezze, se si traccia una linea si ha un tratto “magro”, quasi sbiadito ma senza interruzioni per 2,5 cm. dopodiché riprende col normale flusso di scrittura;
2) su correttore a nastro: in posizione H la scrittura è poco scorrevole, in posizione S è accettabile. In ogni caso è garantita la leggibilità dello scritto e non si registrano sbiadimenti e allargamenti di tratto;
3) su carta assorbente: in posizione S lo spiumaggio è minore rispetto alla Custum 743 ma in posizione H si ottiene uno scritto accettabile con una buona leggibilità. Sarebbe da testare sui fogli di carta riciclata che forniscono in sede d’esame.


Qualità - Prezzo:
Siamo nella fascia medio-alta (il prezzo di listino è di € 283,00) ma è una penna che presenta rilevanti peculiarità:
- la modulazione del pennino da rigido a semi-flex
- la sensazione tattile della zigrinatura (incisa in modo discreto) che ricopre fusto e cappuccio
- una buona capacità di serbatoio del converter anche se, a nostro avviso, la carica attraverso la pressione ripetuta del pulsante è alquanto scomoda e poco pratica nel caso di utilizzo di calamai Sailor (l’inchiostro all’interno del mini-imbuto risulta insufficiente a riempire il converter).

Come si è già avuto modo di osservare in altra e diversa recensione, quando si sceglie Pilot non si paga il “Brand” ma la qualità, l’efficienza e la precisione che vengono fornite da tale casa; alla luce di ciò il prezzo appare più che giustificato dalle prestazioni di scrittura fornite.




Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11078
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Recensione Pilot Justus
« Risposta #1 il: Febbraio 09, 2017, 21:15:01 pm »
Bravissimo il nostro Fenomeno, una nuova recensione di ottima qualità, con testi davvero molto buoni. Potrai non crederci ma questa penna anche se molto innovativa, in realtà è in ritardo di almeno 40 anni, forse anche qualcosina in più, infatti già a suo tempo la LUS Giubileo aveva affrontato la stessa idea, con tanto di pennino con tagli laterali. Guarda questo link http://www.pennamania.it/forum/index.php?topic=2077.0 e ancor prima la Wahl Eversharp con la Doric, una penna stilografica leggendaria.

Inviato dal mio Moto G (4) utilizzando Tapatalk


Offline Resvis71

  • Pennemoderne
  • Hero Member
  • ********
  • Post: 694
  • Sesso: Maschio
Re:Recensione Pilot Justus
« Risposta #2 il: Marzo 10, 2017, 11:26:26 am »
Bravissimo Fenomeno, gran recensione.
Penso che tra le moderne di quella fascia di prezzo sia tra le più interessanti.
Forse un po' troppo "anonima" come estetica, a parte il corpo scrittura.

Tags:
 

       
Twittear