Autore Topic: Recensione: Aurora Selene con Platiridio 5  (Letto 614 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11094
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Recensione: Aurora Selene con Platiridio 5
« il: Febbraio 13, 2017, 12:16:41 pm »
Per molti collezionisti l'Aurora Selene ha sempre rappresentato una incognita in quanto dalla maggior parte dell'intelligenzia pennifera o pennaiola che dir si voglia ha riscosso sempre poche simpatie, troppo economica in origine, pennino in acciaio, troppo conservativa con quel suo un po' vetusto caricamento a pulsante, troppo anonima con quei colori un po' troppo demodè... Insomma sempre troppo poco, senza mai valutarne i punti di forza.

69970-0

Quando venne presentata e per molti anni successivi, la Selene fu uno dei cavalli di battaglia di Aurora tanto da vantare numeri di produzione da capogiro, sia allora che per gli standard attuali, certamente agevolati da alcuni fattori tra cui un battage pubblicitario degno dei nostri "tempi moderni", un prezzo per gli standard dell'epoca assolutamente concorrenziale, una linea che già allora puntava forse anche indirettamente all'ergonomia e un insospettabile pennino dalle ottime qualità.

Ergonomia e dimensioni:

La Selene di questa recensione è una di quelle che normalmente viene riconosciuta come una IIa serie, anche se in verità questo termine non è poi molto corretto. Come dicevo l'ergonomia è ottima almeno per me, il corpo si presenta liscio, senza antiestetici e scomodi scalini ad angolo retto tipico delle penne realmente economiche dello stesso periodo e di moltissime penne moderne, quindi nessun fastidio anche quando la si utilizza per scrivere molte pagine consecutive. Anche il diametro è giusto, non eccede ne in difetto ne in eccesso senza provocare affaticamento di alcun genere.

Chiusa: 13,2cm "circa"

Corpo: 12,4cm "circa" pennino incluso

Cappuccio Calzato: 16,5cm "circa"

Cappuccio: 6,3cm "circa"

Diamatro: 13,0mm "circa"

69972-1

Caricamento:

Il caricamento a pulsante sarà un po' antiquato ma sono dell'idea che ancora oggi sia tra i meglio riusciti e poi oggi giorno il vintage va di moda...

Pennino:

L'Aurora Platiridio Extra 5 è la vera arma segreta della Selene, è uno dei primi esempi di pennino in acciaio inossidabile realmente riuscito, basti pensare che altri pennini come il Permanio e lo Zanio rispettivamente di Omas e Ancora, i pochi giunti fino ai giorni nostri sono spesso in condizioni non molto buone. Il Platiridio 5 invece no, se ne sta li, molto spesso in condizioni ancora eccellenti. Tralasciando i miti e le leggende (non contiene ne platino ne iridio) il suo sporco dovere lo fa e anche bene e per dimostrarlo, ho accompagnato questa recensione con alcuni esempi realizzati dal Maestro Casciato che gentilmente ha messo le sue competenze a disposizione di Pennamania, provando proprio una Aurora Selene "orange discus"

69968-2



Online Giuseppe Tubi

  • Top Expert
  • Hero Member
  • **********
  • Post: 8530
  • Sesso: Maschio
Re:Recensione: Aurora Selene con Platiridio 5
« Risposta #1 il: Febbraio 13, 2017, 17:10:01 pm »
Si può aggiungere che lo "scafo" della Selene si ritrova in moltissime altre penne, è non solo Le OLO e le AMICA, ma anche penne con marchi non direttamente riconducibili alla fabbrica torinese, quindi effettivamente in Aurora devano avere puntato molto su questa realizzazione i cui numeri debbono avere consentito prezzi davvero competitivi in rapporto alla qualità del prodotto.
Io però ad onor del vero qualche Platiridio fortemente corroso l'ho trovato...

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11094
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Recensione: Aurora Selene con Platiridio 5
« Risposta #2 il: Febbraio 14, 2017, 10:13:31 am »
Si può aggiungere che lo "scafo" della Selene si ritrova in moltissime altre penne, è non solo Le OLO e le AMICA, ma anche penne con marchi non direttamente riconducibili alla fabbrica torinese, quindi effettivamente in Aurora devano avere puntato molto su questa realizzazione i cui numeri debbono avere consentito prezzi davvero competitivi in rapporto alla qualità del prodotto.
Io però ad onor del vero qualche Platiridio fortemente corroso l'ho trovato...


Effettivamente il progetto Selene ha fatto da base per numerosi sviluppi in casa Aurora sia per modelli a marchi "minori" che linee anonime, pubblicitarie etc...
Per quanto riguarda i pennini Platiridio 5, credo che sia prima di tutto una questione di statistica e poi di qualità del materiale, certamente, anche a noi sono capitati dei Platiridio 5 messi piuttosto male ma hanno rappresentato una quantità minore rispetto ai Platiridio 5 ancora in buone se non ottime condizioni, percentuali decisamente superiori ad altri pennini in acciaio prodotti in Italia in quel periodo

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11094
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Recensione: Aurora Selene con Platiridio 5
« Risposta #3 il: Febbraio 14, 2017, 10:13:47 am »
Anche questa recensione è disponibile per Pennamania Newsstand - Clicca qui per leggere Pennamania Newsstand

Offline Resvis71

  • Pennemoderne
  • Hero Member
  • ********
  • Post: 690
  • Sesso: Maschio
Re:Recensione: Aurora Selene con Platiridio 5
« Risposta #4 il: Marzo 10, 2017, 11:16:55 am »
Complimenti Riccardo, e grazie.
Che penna, e che pennino...

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11094
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Recensione: Aurora Selene con Platiridio 5
« Risposta #5 il: Marzo 14, 2017, 17:52:19 pm »
Complimenti Riccardo, e grazie.
Che penna, e che pennino...
Ciao Massimiliano, grazie a te per i complimenti, anche più che io li merita il maestro Casciato che si è messo molto volentieri a disposizione, la penna poi ha fatto il resto, idem il pennino che è splendido!

Inviato dal mio Moto G (4) utilizzando Tapatalk


Offline moskitta75

  • Full Member
  • ***
  • Post: 115
  • Sesso: Maschio
Re:Recensione: Aurora Selene con Platiridio 5
« Risposta #6 il: Marzo 28, 2017, 13:55:28 pm »
La penna mi piace, la calligrafia meno o meglio, a colpo d'occhio attraente ma a leggere mica tanto, ovvio con l'allenamento poi ci prendi ma non è così intuitiva come dovrebbe essere.
Di sicuro la penna fa il suo dovere!

Offline Resvis71

  • Pennemoderne
  • Hero Member
  • ********
  • Post: 690
  • Sesso: Maschio
Re:Recensione: Aurora Selene con Platiridio 5
« Risposta #7 il: Marzo 29, 2017, 00:24:32 am »
La penna mi piace, la calligrafia meno o meglio, a colpo d'occhio attraente ma a leggere mica tanto, ovvio con l'allenamento poi ci prendi ma non è così intuitiva come dovrebbe essere.
Di sicuro la penna fa il suo dovere!

Ciao, Gaetano. Credo che non sia una questione di allenamento. Di fronte alla scrittura gestuale e interpretativa di uno stile ( in questo caso della Cancelleresca) bisogna sempre un po' aguzzare la vista, a prescindere da quanto si è più o meno conoscitori della calligrafia. Per farsi leggere a colpo d'occhio si usa invece una calligrafia formale, fedele allo stile.
Credo che il Maestro Casciato volesse provare la penna con una scrittura veloce e informale, proprio per verificare le potenzialità della penna. A mio parere è riuscito a regalarci uno scritto calligrafico stupendo e a mostrarci le potenzialità di questa penna. Complimenti ancora.

Offline Gong-oh

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 712
  • Sesso: Maschio
Re:Recensione: Aurora Selene con Platiridio 5
« Risposta #8 il: Marzo 29, 2017, 03:52:14 am »
Complimenti Boss, non avevo ancora letto questo pezzo, è veramente un bell'articolo, dove all'arte calligrafica si unisce quella giornalistica.
Leggendolo mi si è accesa una lampadina: era una Selene la penna ritrovata tra le cose di mio nonno, rimasta anni sul frigo in cantina e "archiviata" da mia mogliie in un raptus di mania d'ordine e pulizia.
Peccato.
Altrettanto illuminante ill messaggio di Massimiliano: "scrittura veloce ed informale".
Devo assolutamente fare qualcosa per la mia scrittura, me lo chiedono a gran voce le mie penne.
Appena il Museo Aurora organizzerà un corso di "Cancellaresca", mi iscrivo.

Offline Resvis71

  • Pennemoderne
  • Hero Member
  • ********
  • Post: 690
  • Sesso: Maschio
Re:Recensione: Aurora Selene con Platiridio 5
« Risposta #9 il: Marzo 29, 2017, 09:11:39 am »
Complimenti Boss, non avevo ancora letto questo pezzo, è veramente un bell'articolo, dove all'arte calligrafica si unisce quella giornalistica.
Leggendolo mi si è accesa una lampadina: era una Selene la penna ritrovata tra le cose di mio nonno, rimasta anni sul frigo in cantina e "archiviata" da mia mogliie in un raptus di mania d'ordine e pulizia.
Peccato.
Altrettanto illuminante ill messaggio di Massimiliano: "scrittura veloce ed informale".
Devo assolutamente fare qualcosa per la mia scrittura, me lo chiedono a gran voce le mie penne.
Appena il Museo Aurora organizzerà un corso di "Cancellaresca", mi iscrivo.

Roberto, dai che lo facciamo insieme!

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11094
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Recensione: Aurora Selene con Platiridio 5
« Risposta #10 il: Marzo 29, 2017, 10:35:17 am »
Cari amici vi chiedo scusa se ultimamente sono stato totalmente assente da Pennamania ma ultimamente il lavoro non da tregua.

Come ho accennato diverse volte, il maestro Casciato non avrebbe alcun problema a realizzare un corso in officina per noi di Pennamania, dobbiamo soltanto metterci d'accordo e trovare una data che possa andare bene a tutti, a quel punto non resta che trovarci presso Officina della Scrittura e divertirci scrivendo!

Inviato dal mio Moto G (4) utilizzando Tapatalk

Offline Gong-oh

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 712
  • Sesso: Maschio
Re:Recensione: Aurora Selene con Platiridio 5
« Risposta #11 il: Marzo 30, 2017, 02:29:16 am »
Me lo aspettavo. Quando esprimi un desiderio, il Boss, se può, si mette subito in moto per esaudirlo. Grazie Boss.
Io la butto lí, a me non interessa imparare a scivere in Copperplate, Corsivo inglese, Carolingio, Gotico, ecc.
Non che non mi piaccia la Calligrafia, anzi apprezzo molto chi ha questa passione, ma è una materia che richiede abilità, dedizione, spirito artistico, tutte doti che io non ho.
A me piacerebbe essere aiutato a scrivere in modo da valorizzare l'uso della stilografica, essere aiutato  a maturare uno stile personale, per la scrittura quotidiana.
Appunto uno stile veloce ed informale da stilo, che non sia il mio banalissimo ed antiestetico "stampatello", originato dalla mia incapacità di scrivere con un corsivo, che non appaia puerile e stentato.

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11094
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Recensione: Aurora Selene con Platiridio 5
« Risposta #12 il: Aprile 02, 2017, 22:18:55 pm »
Me lo aspettavo. Quando esprimi un desiderio, il Boss, se può, si mette subito in moto per esaudirlo. Grazie Boss.
Io la butto lí, a me non interessa imparare a scivere in Copperplate, Corsivo inglese, Carolingio, Gotico, ecc.
Non che non mi piaccia la Calligrafia, anzi apprezzo molto chi ha questa passione, ma è una materia che richiede abilità, dedizione, spirito artistico, tutte doti che io non ho.
A me piacerebbe essere aiutato a scrivere in modo da valorizzare l'uso della stilografica, essere aiutato  a maturare uno stile personale, per la scrittura quotidiana.
Appunto uno stile veloce ed informale da stilo, che non sia il mio banalissimo ed antiestetico "stampatello", originato dalla mia incapacità di scrivere con un corsivo, che non appaia puerile e stentato.
Per il Turin Penshow stiamo cercando di realizzare un programma proprio su com'è possibile migliorare la propria calligrafia utilizzando le proprie amate stilografiche e al tempo stesso utilizzando un sacco di strumenti inusuali.
Direi che come inizio potrebbe interessarti

Inviato dal mio Moto G (4) utilizzando Tapatalk


Tags:
 

       
Twittear