Autore Topic: Storiografia Aurora (da CCIA Torino - Imprese nel tempo)  (Letto 75 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.


Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11065
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Storiografia Aurora (da CCIA Torino - Imprese nel tempo)
« Risposta #1 il: Gennaio 22, 2013, 09:53:46 am »
Yes a conoscenza ma sempre interessante sapere che altri utenti collaborino a divulgare queste utili notizie.
Unica nota nel primo link viene indicato il nome SAPREM quando invece è SAPEM ma chedo che sia un errore imputabile al loro sistema anche perché poi all'interno dell'articolo è correttamente citata come SAPEM

Offline Wallygator

  • Special Guest
  • Hero Member
  • *********
  • Post: 5043
  • Sesso: Maschio
Re:Storiografia Aurora (da CCIA Torino - Imprese nel tempo)
« Risposta #2 il: Gennaio 22, 2013, 10:55:21 am »
La lettura del primo capitolo mi fa sorgere un quesito:
E' universalmente conosciuto che il fondatore sia Isaia Levi, ma il personaggio, più che un tecnico del settore mi pare più un abile e ormai affermato imprenditore di mezza età (nasce nel 1863) con interessi in campi svariati. Secondo me é quindi probabile che il Levi abbia acquisito una qualche realtà artigianale alla quale ha fornito i capitali per fare il salto ad una dimensione industrale. Ma della parte tecnica chi si interessava?

Online turin-pens

  • 100.831 fotografie in archivio. Traguardo 100.000 ABBATTUTO
  • Amministratore
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 11065
  • Sesso: Maschio
  • Traguardo 200.000 ormai prossimo
Re:Storiografia Aurora (da CCIA Torino - Imprese nel tempo)
« Risposta #3 il: Gennaio 22, 2013, 12:02:37 pm »
La lettura del primo capitolo mi fa sorgere un quesito:
E' universalmente conosciuto che il fondatore sia Isaia Levi, ma il personaggio, più che un tecnico del settore mi pare più un abile e ormai affermato imprenditore di mezza età (nasce nel 1863) con interessi in campi svariati. Secondo me é quindi probabile che il Levi abbia acquisito una qualche realtà artigianale alla quale ha fornito i capitali per fare il salto ad una dimensione industrale. Ma della parte tecnica chi si interessava?

Isaia Levi era un imprenditore molto versatile ma come giustamente dici, non era compito suo gestire la parte tecnica e industriale. Questa fu presa in carico da dirigenti ed ex dirigenti provenienti in blocco dalla Olivetti e questo durerà fino ai primi anni '90.
Tra l'altro queste dovrebbero essere cose ampiamente conosciute visto che la documentazione in rete non manca.

Non dimentichiamoci che la Olivetti realizzava oltre che macchine da scrivere anche macchine industriali di pregio assoluto in particolare le rettifiche per i lavori di precisione e che aveva oltre che un valido gruppo ricerca anche delle valide maestranze adibite anche alla formazione delle nuove leve.

No l'Aurora nacque proprio dal nulla acquistando appunto macchinari e figure professionali in blocco in entrambi i casi (persone e macchinari) furono appunto presi scegliendo il meglio che c'era a disposizione.

Tags:
 

       
Twittear